Infiammazione al colon

26 gennaio 2016

Infiammazione al colon




24 gennaio 2016

Infiammazione al colon

Buongiorno dottore.
Premetto che ho fatto tutti gli esami del sangue possibili, hanno controllato anche il fegato e ho fatto anche quelli delle urine.
Detto ciò le illustro il mio problema: dopo diversi giorni di diarrea, 6 o 7, sono dovuta andare in ospedale dove, dalle analisi, non si evinceva nulla e sono tornata a casa.
La diarrea passa, ma viene fuori un dolore a destra dell'addome. Inzialmente pensavo fosse il fegato, poi piano piano il dolore si affievolisce fino a diventare quasi inesistente. Questo fino a mercoledì quando, mentre ero al cinema col mio ragazzo, è diventato insopportabile. Mi ha portata al pronto soccorso dove mi hanno fatto di nuovo le analisi, ed hanno controllato anche il fegato.
Nuovamente le analisi tutto ok, dunque il dottore mi visita e mi tocca dove sento questo dolore/fastidio. Gli spiego che ho un periodo un po' stressante per via di un concorso per cui devo fare delle prove fisiche e, purtroppo, 1 mese e mezzo fa mi son fatta male al ginocchio e ancora non sono guarita del tutto. Il dottore evince che sto vivendo un momento piuttosto ansioso/stressante e viene fuori che ho il colon infiammato probabilmente proprio per questo.
Mi consiglia una dieta leggera, cosa che già faccio perchè mangio sano e faccio sport, e di bere molto abbinando dei fermenti lattici.
Ora, io non ho cambiato alimentazione, continuo a mangiare quello che ho sempre mangiato perchè, appunto, sano e leggero. Mentre corro o sto in palestra il fastidio sparisce ma, non appena mi siedo ricompare.
Sto prendendo, oltre ai fermenti, un integratore con zenzero, psillio e enzimi digestivi, però questo fastidio non accenna a diminuire.
Cosa posso fare? Fin quando sto in piedi o mi muovo non si fa sentire.
Mi son scordata di aggiungere che la diarrea non si è ripresentata mentre prima, non appena mangiavo, correvo al bagno.
La ringrazio in anticipo.

Risposta del 26 gennaio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sembra, quindi, che sia stato escluso che sia il fegato (o meglio le vie biliari) la causa dei dolori. Penso che la diagnosi di colon irritabile sia corretta. Sono d'accordo anche sulla terapia, a cui forse può aggiungere, al bisogno, qualche prodotto con azione antispastica e anti-meteorica. Ne esistono anche di non farmacologici, ma glieli deve sempre prescrivere il suo medico.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube