Informazioni

22 settembre 2005

Informazioni




14 settembre 2005

Informazioni

Sono un ragazzo di 21 anni di Trento. Da tre mesi soffro di stipsi. Sono sempre stato regolare e non ho mai avuto grossi problemi a svuotarmi, ma dopo un'infezione alle vie urinarie che m'ha spossato a giugno ( e relativa terapia antibiotica) ho passato un periodo in cui non riuscivo più a digerire bene e allo stesso tempo l'intestino s'è come fermato.

Devo dire che ho sofferto di una lievissima Bulimia che mi portava a mangiare senza regole e poi a prendere lassativi e digestivi (nonchè tisane a base di senna) per liberarmi dal troppo cibo (mai ricorco al vomito), questo per diversi mesi: da gennaio di quest'anno.

In due mesi ho perso 8 kg.

Mi sono sottoposto ad analisi del sangue ( anche per valutare la funzionalità tiroidea) di esito negativo.

Ho fatto diversi cicli di cura con batteri probiotici e fibra solubile e ho avuto dei periodi di due-tre giorni di regolarità, per poi ripiombare nella costipazione.

Per esempio: la settimana scorsa avevo iniziato ad essere regolare, questo per tre giorni, poi sono rimasto per sei giorni senza svuotarmi e questa mattina ho espulso una massa di feci durissime, ma di poco peso. Poche ore dopo sono andato in bagno su stimolo e quello che è uscito è stato un muco giallo e vischioso, un poco schiumoso. . . Il resto della giornata è trascorso tra spasmi ed un'importante flatulenza (che non mi accompagna mai. . . ).

E' come se avessi sempre quelcosa di traverso in gola, soffro inoltre di alcuni doloretti trasversali a metà schiena e gli occhi li sento sempre gonfi e sporchi e si irritano facilmente. . .

Inoltre provo un costante senso di spossatezza e fiacchezza muscolare alle braccia ed alle gambe e un basso livello di concentrazione.

Da mesi i linfonodi inguinali sono ingrossati.

Non so se tutto ciò sia connesso alla patologia intestinale e da cosa essa sia dovuta. Ho pensato alla sindrome del colon irritabile, o forse (ma credo più improbabile) al Morbo di Crohn. . .

Forse l'infezione urinaria è collegata o addirittura dipendente dalla patologia intestinale?

Chiedo informazioni sul da farsi. . . C'è da aspettare senza preoccuparsi che tutto si rimetta a posto oppure devo sottopormi ad accertamenti?

Grazie infinite

Risposta del 22 settembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO FANTIN


penso proprio sia meglio fare una visita (tanto per cominciare) da un gastroenterologo

Dott. Alberto Fantin
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Emorroidi
16 gennaio 2020
Patologie mediche
Emorroidi
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube