Ingrossamento del seno

06 febbraio 2005

Ingrossamento del seno




Domanda del 03 febbraio 2005

Ingrossamento del seno


Egregio/a dott./ssa,

dopo un regime alimentare errato, adottato per circa due anni, in quanto comprendente quasi esclusivamente frutta e verdura, nel momento in cui, verso ottobre 2004, ho iniziato a mangiare, come un tempo, carne, carboidrati (tipo pasta e riso) e formaggi freschi il mio peso è aumentato di circa quattro chili-cinque chili (prima pesavo intorno ai 49-50 kg per 169cm di altezza; ora sono stazionaria intorno ai 54kg).
Ebbene, contemporaneamente a questa crescita inarrestabile di peso (nonostante un costante esercizio fisico), ho notato un evidente sviluppo del seno, passato da una taglia seconda ad una terza abbondante (la mia "vecchia" taglia, ovvero precedente al dimagrimento di due-tre anni fa).

Avendo notato alla base e ai lati delle mammelle un ingrossamento delle ghiandole e percependo spesso un leggero dolore/fastidio al tatto, vede opportuna una visita specialistica (per completezza di informazioni, mia mamma è stata operata proprio al seno e non vorrei essere in qualche modo "predisposta" a questo tipo di problemi)?
L'aumento di peso verificatosi giustifica in toto l'ingrossamento del seno o quest'ultimo fattore potrebbe essere riconducibile ad altre cause?

Specifico che da un anno non utilizzo più la pillola, che, anzi, ho dovuto sospendere verso Marzo dell'anno scorso proprio per i forti dolori che percepivo in corrispondenza del seno (il ginecologo ha ritenuto opportuno metterlo "a riposo") .

La ringrazio molto.
Risposta del 06 febbraio 2005

Risposta di:
Dott. GIOVANNI PEDELINI


Gentile Signora o Signorina,

vorrei innanzitutto tranquillizzarla in quanto non c'è alcun rapporto tra dolori al
seno (la così detta "mastodinia") in età giovanile e presenza di tumori.
Altrettanto si può dire per la dieta e per l' assunzione della pillola: non c'è
rapporto diretto tra questi eventi e la insorgenza di neoplasie maligne.
Purtroppo la causa dei tumori al seno è a tutt'oggi sconosciuta, sono soltanto
ipotizzati dei fattori favorenti, che comunque agiscono in maniera statisticamente assai
poco significativa.
Alla sua età l'unica cosa che deve far preoccupare è la crescita di un nodulo
in tempi abbastanza brevi (qualche mese), mentre nel suo caso mi sembra di capire
si sia avuto soltanto una ripresa di dimensioni di un seno in precedenza
"costretto" da una dieta troppo rigida. Utile in ogni caso una ecografia di controllo
(la sola visita del medico di famiglia o del ginecologo non si ritiene più sufficiente)


Dott. Giovanni Pedelini
Specialista in Oncologia
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
COLOGNA VENETA (VR)


Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Potrebbe interessarti