Inspirazione difficoltosa

06 giugno 2013

Inspirazione difficoltosa




05 giugno 2013

Inspirazione difficoltosa

Gentile Dottore,
sono molto, molto preoccupata per un problema che sta diventando sempre piu'serio e angosciante per me.
Ho sempre sofferto di Ansia somatizzata, assumo infatti antidepressivi e ansiolitici da circa 16 anni. Ora sono in cura con Citalopram 20 mg, una al di ', e Tienor 10 mg, 3 al di ', anche se e'da un po'di tempo che ho scalato la dose. . . Questo mio problema persiste da parecchi anni ma mi pare stia aggravandosi sempre piu '. . . Vengo al dunque. Se sono in piedi non riesco ad emettere un respiro lungo, ho un blocco nella zona dei muscoli tra pancia e stomaco, mi pare a livello del diaframma. Se sono seduta o sdraiata cio'non succede. Se poi sono tesa, agitata o in Ansia il sintomo si aggrava ulteriormente. In questi gg sono influenzata e non riesco neanche a prendere respiro lungo x soffiarmi il naso o per tossire se sto in piedi. . . Stamattina poi mi sono spaventata parecchio, anzi di piu '! Ero in bagno, in piedi, ho respirato lungo e mi si sono bloccati i muscoli inspiratori, mi tiravano anche quelli verso il collo e le spalle. . . non riuscivo piu'a inspirare ne espirare. . . . e'subentrata un po'di iperventilazione con formicolio alle mani, sudore e testa un po'x conto suo. . . la cosa stranissima e'che tutto cio'migliora moltissimo se io mi stringo alla vita una cinta o una sciarpettina leggera. . Non ci capisco piu'nullammi creda che mi sta ossessionando e rovinando la vita. Non so quali esami io possa fare. Elettrocardiogramma ed ecocolordoppler sono ok tranne una lieve insuff mitralica, la misurazione ossigeno presa al dito e'98-99%. . . Mi dica Lei cosa posso fare e da che cosa puo'essere dovuto. . . . potrebbe essere un blocco al diaframma? Un paralisi dei muscoli? Mi aiuti. . . La prego. . .
La ringrazio e La sluto carmente. . . Grazie ancora. Barbara.

Risposta del 05 giugno 2013

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMILIANO MANZOTTI


La maggior parte dei suoi disturbi, come dice lei stessa all'inizio della sua lettera, deriva dall'Ansia perciò è necessario concentrare gli sforzi su questo versante rivolgendosi a un centro specializzato.

Cordiali saluti

Dott. MASSIMILIANO MANZOTTI
Specialista attività privata
Specialista in Malattie apparato respiratorio
Specialista in Cardiologia
Reggio nell'Emilia (RE)
Risposta del 06 giugno 2013

Risposta a cura di:
Dott. MATTEO VICIDOMINI


carissima. . . ma è evidente che è tutto legato alla forte componente ansiogena; ergo rivolgiti immediatamente allo psichiatra! !

Dott. matteo vicidomini
Medico Ospedaliero
Specialista in Malattie apparato respiratorio
Castellammare di Sta (NA)

Ultime risposte di Apparato respiratorio

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa