Intervento cardias

13 aprile 2015

Intervento cardias




09 aprile 2015

Intervento cardias

Buongiorno, 2 mesi fa sono stata operata al cardias (intervento sec. toupet) perché il cardias era incontinente, ho la disfagia da più di un anno, sono allergica a tutti i farmaci per il reflusso e la Gastrite cronica. A settembre 2014 dalla gastroscopia è emerso che avevo l'acantosi dopo aver preso i farmaci ad alte dosi per un anno senza mai sospenderli e dopo aver abusato dei prodotti erboristici (aloe vera ), prima avevo l'Esofagite di secondo grado. Non essendomi curata adeguatamente essendo allergica ai farmaci per un anno e mezzo sono stata operata ai seni paranasali (voluminosa concha bullosa bilaterale) e setto leggermente deviato. Mi sento bruciare il naso da molto tempo e da quando ho smesso di prendere i farmaci per il reflusso oltre alla disfagia invalidante ho iniziato ad avere forti dolori al naso, testa, rinosinusite, i forti dolori alla testa e alla base del naso che diventavano atroci con l'aria fredda e di recente ho iniziato ad avere dolori anche al setto nasale e forte pressione al viso e palato. Ho iniziato un anno fa ad avere questi problemi al naso e alla testa prima non avevo niente e non mi creavano problemi neanche gli sbalzi di temperatura.
Dopo l'intervento al cardias ho continuato ad avere problemi di reflusso e la lingua bianca da quando ho ripreso a mangiare dopo l'intervento. A distanza di 2 mesi dall'intervento il reflusso che curo con aloe vera è ancora molto doloroso e continuo a non dormire di notte. Oggi ho fatto i raggi al tubo digerente ed è emerso che il cardias è ancora incontinente. Temo che oltre a dover sopportare i sintomi del reflusso vengano danneggiati ancora i turbinati operati la settimana scorsa vista che il naso continua a bruciare e dover essere operata di nuovo.
Le chiedo se è normale che il reflusso sia ancora così doloroso dopo 2 mesi dall'intervento al cardias (sec. toupet ). E'ancora presente la disfagia da reflusso e ho ancora difficoltà ad alimentarmi. Grazie

Risposta del 13 aprile 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Purtroppo non ho elementi per giudicare se l'intervento è stato efficace. Forse deve avere ancora un po'di pazienza. Vorrei sapere che cosa intende per allergia ai farmaci antireflusso. In alternativa, esistono i vari prodotti antiacidi, soprattutto quelli a base di alginato.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Rettorragia
26 novembre 2019
Sintomi
Rettorragia
Disbiosi intestinale: come si cura
22 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Disbiosi intestinale: come si cura
Cos’è la disbiosi intestinale
15 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Cos’è la disbiosi intestinale
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube