Intervento di bypass coronarico

17 giugno 2015

Intervento di bypass coronarico




12 giugno 2015

Intervento di bypass coronarico

Buonasera,
sto scrivendo per conto di mio padre che tre mesi fa ha subito un intervento di bypass alle coronarie e la sostituzione di una valvola.
la scorsa settimana è stato nuovamente ricoverato ed è stato dimesso ieri dopo un angioplastica all'unica arteria non trattata.
Lui non fuma, non beve, non è in sovrappeso, le sue analisi sono buone ed in questi mesi ha fatto esattamente cosa gli era stato detto di fare.
La mia domanda è ;. . . . è possibile che ricompaiono queste placche con tanta rapidità e nonostante i medicinali che prende?
é questo l'andamento della malattia? intendo sapere se tra qualche mese ci ritroveremo nella stessa situazione. . . . in ultimo, visto che le statine non hanno funzionato e che lui è comunque un soggetto sano dal punto di vista dei fattori di rischio per l Infarto, secondo lei la causa è da cercare da qualche altra parte?

Grazie mille in anticipo

Lorenza

Risposta del 17 giugno 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Purtroppo la deposizione di placche aterosclerotiche sulle arterie può avvenire anche in soggetti che conducono una vita igienica. Esiste una predisposizione, indipendente da colesterolo, trigliceridi, Ipertensione. Non credo che si siano formate delle placche " ex novo " in tre mesi. Probabilmente c'erano già, ma non vi era ancora l'indicazione all'angioplastica. Non può fare di più: proseguire con le cure e fare dei controlli periodici.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube