Intolleranza al lattosio e reflusso

08 maggio 2017

Intolleranza al lattosio e reflusso




05 maggio 2017

Intolleranza al lattosio e reflusso

Buongiorno dottore, Le descrivo sinteticamente il mio problema. Non ho mai sofferto di reflusso, ma un mese fa improvvisamente sono passato dal non soffrirne affatto allo soffrirne terribilmente fino a non potermi praticamente sedere o sdraiare. Ho passato un mese infernale dove nonostante ipp (che non posso più prendere) e antiacidi la situazione non migliorava. Ho fatto una gastroscopia che mi ha diagnosticato un cardias costantemente beante. Ho dopo interminabili giornate scoperto di essere fortemente intollerante al lattosio. Una volta che l ho tolto mi pare di stare un po meglio, anche se al momento salvo alcuni cibi rigorosamente in bianco non riesco a digerire ancora nulla. Forse ho irritato gli intestini continuando con il lattosio non saprei. Ho anche perso 10 kg Quello che più di tutto mi preoccupa è la cronicità del disturbo. Un cardias beante (dopo 34 anni di onorato servizio e da un giorno all altro senza minimo preavviso ) in gastroscopìa è una pietra tombale sulla cosa? Nel senso è una diagnosi sicura che sancisce una malattia da reflusso? Oppure ho qualche speranza che questo reflusso sia una conseguenza del lattosio? (L ho tolto solo da 8 giorni e il gonfiore sta diminuendo sebbene non sia sparito)?

Risposta del 08 maggio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Certo, l' intolleranza al lattosio provoca la formazione di gas, che, indirettamente, può essere causa di peggioramento di una sindrome da reflusso, la cui causa principale rimane sempre il cardias beante. I tessuti si modificano nel corso della vita e il suo cardias ha deciso di diventare beante. Da solo, non ritornerà normale. Se le varie terapie non avranno successo sul reflusso, vi sono diversi modi, più o meno invasivi, per correggere la beanza del cardias.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube