Intolleranza alimentare?

07 ottobre 2004

Intolleranza alimentare?




02 ottobre 2004

Intolleranza alimentare?

Salve, mi chiamo Sandro e ho 29 anni. Da quasi un anno accuso una diminuzione dell'appetito nonostante i miei ritmi di vita non sono cambiati. In concomitanza con cio' ho notato una lentezza nella digestione soprattutto quando assumo pane, pizze, biscotti e a volte anche per la pasta. Tutto cio' è associato anche a stati di sonnolenza, leggeri mal di testa successivi ai pasti e a volte ad un aumento della frequenza cardiaca. Premetto anche che le quantità di cibo che assumo sono minori rispetto al passato, ma lo stato di "sazietà" è superiore. Se puo' essere d'aiuto raramente assumo fritture, cibi particolarmente elaborati, e carni rosse. Mangio invece spesso verdura (magari con la pasta) frutta o pesce. Faccio un lavoro d'ufficio, ma 3 - 4 volte a settimana faccio sport in palestra o all'aperto. Spesso assumo uno iogurt la mattina a digiuno, ma non ho notato miglioramenti. Qualcuno mi ha detto che potrei avere un'intolleranza alimentare, a suo giudizio è possibile? Cosa mi consiglia? Distinti saluti

Risposta del 07 ottobre 2004

Risposta a cura di:
Prof. ANTONIO IANNETTI


Di valutare questa possibilità con test ematici che escludano la presenza di una malattia celiaca, con breath test che studino anche i tempi di transito e con il cito-toxic test per le intolleranze, anche se questa metodologia diagnostica non ha ancora piena validazione scientifica. Ma prima, esegua indagini più banali e routinarie come una gastroscopia ed una ecografia dell'addome superiore.

Prof. Antonio Iannetti
Universitario
ROMA (RM)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa