Iperidrosi associata ad acrocianosi

23 giugno 2006

Iperidrosi associata ad acrocianosi


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


19 giugno 2006

Iperidrosi associata ad acrocianosi

gentile Dottore, sono una ragazza di 22 anni. Soffro dall'età di 15/16 anni di ipreidrosi palmare, plantare e ascellare che con il passare degli anni è notevolmente aumentata. Ma oltre a questo si sono associati altri disturbi: pelle spesso a chiazze, mani e piedi violacei o molto rossi, brividi di freddo, gonfiori a mani e piedi (spesso in modo davvero considerevole). Da recenti esami del sangue e da una capillaroscopia sono risultati un fattore reumatoide elevato e un'acrocianosi. Vorrei chiederLe se tali disturbi (iperidrosi e tutti gli altri) sono tra loro collegati e quali (se ci sono) le possibili soluzioni. Inoltre a chi dovrei rivolgermi per ottenere ulteriori informazioni circa la mia patologia? Ho già effettuato una visita da un neurologo e da un angiologo. La ringrazio anticipatamente. Cordialmente

Risposta del 23 giugno 2006

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMO MUCIACCIA


Gentile utente,

In presenza di sintomi quali acrocianosi, fattore reumatoide aumentato, gonfiori a mani e piedi, sarebbe il caso di escludere malattie reumatiche o del connettivo.
Si rivolga ad uno specialista in reumatologia.

Cordiali saluti.

Dott. Massimo Muciaccia
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Il sapore della felicità. Di Luca Pani
31 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Il sapore della felicità. Di Luca Pani
Chi siamo e da dove veniamo?
25 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Chi siamo e da dove veniamo?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa