Ipertensione

03 aprile 2006

Ipertensione




31 marzo 2006

Ipertensione

Mio marito, 46 anni, ha accusato di recente emicranie prolungate, localizzate sul lobo frontale. Credendo si trattasse di sinusite (di cui saltuariamente soffre) ha trattato il problema con rimedi blandi (suffumigi, mucolitici. ecc. ). Ad un'occasionale prova della pressione è risultato che aveva la minima alta 96, ma la massima non supera mai 150. Allertato, ha effettuato ulteriori controlli ad orari fissi ed è risultato che la pressione diastolica si alza verso tarda sera e il mattino presto e la sistolica di conseguenza, ma sempre senza superare i 150/160; poi passa dei giorni interi con la pressione su valori normali (70/120). Il nostro dottore gli ha subito prescritto mezza compressa il mattino per tenere a bada la pressione, senza ulteriori accertamenti, e la dieta iposodica. Dato che mio marito fà un lavoro a volte pericoloso, su ponti e usando macchinari pericolosi, ha paura di avere eventuali abbassamenti repentini che lo mettano a rischio di malori. Vorrei un'opininione in merito. Non basta solo la dieta, tanto per cominciare? E' vero che quando si comincia con le pastiglie, poi non si può più smettere?

Risposta del 03 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE CANALI


Per quanto concerne la terapia(non specificata) non penso debba preoccuparsi di pericolosi abbassamenti pressori. Per quanto concerne gli esami da eseguire, si potrebbero fare:visita oculistica, ecg con visita cardiologica ed eventuale Holter pressorio, esami ematochimici di routine con profilo lipidico completo.

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
DESIO (MI)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa