Ipertensione  e dieta

04 marzo 2006

Ipertensione e dieta




28 febbraio 2006

Ipertensione e dieta

buonasera, vorrei gentilmente sapere quali sono i cibi da evitare (a parte il sale) quando si soffre di Ipertensione e se e' utile bere molta acqua. Grazie

Risposta del 03 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Bisognerebbe bere almeno 2 litri di acqua al giorno, eventualmente con the verde e normale, sono antiossidanti e diuretici, con mirtilli surgelati dentro, come dolcificante. Lei è un pochino giovane per presentare Ipertensione arteriosa, pertanto è bene indagare. Inoltre è in sovrappeso, può sussistere una sindrome metabolica: iperinsuloinemia, insulino-resistenza, obesità, Ipertensione arteriosa, . . . . . . . Per spiegare l'applicazione pratica, bisogna tenere conto dei primi due fattori: iperinsulinemia e insulina-resistenza, che iniziano la sindrome, vanno considerati i cbi con indice glicemico basso ed eseguire l carico glicemico totale dei cibi assunti durante il giorno (si esegue con la tomografia elettrolitica extracellulare e la composizione corporea, i cibi assunti durante il giorno, la elaborazione fornisce il carico glicemico totale, da qui si risale agli errori eseguiti nell'alimentazione che hanno portato alla insulinoresistenza e iperinsulinemia); il tessuto adiposo non va considerato come un tessuto di stoccaggio, ma è un organo endocrino che produce ben 30 proteine attive, fra cui l'angiotensina. Come vede, non è molto semplice, il paziente va analizzato bene, prima di consigliare una dieta calcpolata genericamente.
saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Risposta del 04 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIANCARLO RUGGIERI


Premesso che in caso di Ipertensione arteriosa non è in genere necessario sopprimere il sale nella dieta, ma solo limitarne l'uso in aggiunta ai cibi ed evitare la scelta di alimenti ricchi di sale, come ad esempio i formaggi ( salvo la contemoranea presenza d'insufficienza di cuore), il bere con abbondanza non ha nessuna rilevanza, nè in bene nè in male nella condizione ipertensiva, dovendosi ricordare che la recente moda introdotta dalla pubblicità delle acque minerali a base di din - din o senza din-din, non ha alcuna base razionale, essendo l'organismo dotato di accuratissim sensori per stabilire quando necessiti il bere, comunicandocelo con la sete. Si dovrà fare particolare attenzione alla quantità d'acqua da bere nelle stagioni molto calde ed in tutte le situazioni n cui ci sia molta sudorazione, nell'età anziana avanzata, in cui il senso della sete si riduce anche molto, ed in alcune malattie - per esempio, restrizione dell'acqua nei malati in dialisi ed abbondanti bibite in genere nelle Calcolosi renale -

Dott. Giancarlo Ruggieri
Specialista in Malattie del fegato e del ricambio
Specialista in Nefrologia

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube