La mononucleosi

17 settembre 2006

La mononucleosi




14 settembre 2006

La mononucleosi

Buongiorno, ho fatto da pochi giorni il testdella Mononucleosi e sono risultata positiva, mi hanno detto che è ancora in corso ma nella fase finale. Vorrei togliermi alcuni dubbi per quanto riguarda i sintomi.
I miei sintomi sono ingrossamento di linfonodi nel collo, ascelle inguine interno coscia non presento febbre. . . vorrei sapere se è normale anche la presenza di linfonodi sull'addome e fortissimi dolori e bruciori. Un ultima cosa io sono microcitemica e generalmente ho i valori della bilirubina alti circa2. 2, gli ultimi esami la danno a 3. 5 è normale o devo preoccuparmi?
vi ringrazio anticipatamente
D.

Risposta del 17 settembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


La Mononucleosi, è causata dal virus di Epstein-Barr, che attualmente, come descritto in letteratura internazionale, come ho potuto constatare per esperienza delle persone che sono venute alla mia osservazione, è uno dei più pericolosi che hanno la caratteristica di albergare nel nostro organismo.
La sua sintomatologia, non è assolutamente “normale”, “I miei sintomi sono ingrossamento di linfonodi nel collo, ascelle inguine interno coscia non presento febbre. . . vorrei sapere se è normale anche la presenza di linfonodi sull'addome e fortissimi dolori e bruciori” questi sono i sintomi della permanenza del virus, la sua “latenza” nelle cellule, prevalentemente del sistema linfatico, i linfociti, prevalentemente i CD4, CD8 CD20, CD23, CD25; ma anche nelle cellule del fegato “gli ultimi esami la danno a 3. 5 è normale o devo preoccuparmi?” non è normale e non deve preoccuparsi di tutto questo, nel caso in cui il virus venga immediatamente portato via, eradicato; in caso contrario si.
Questo virus ha la proprietà di provocare la sindrome da stanchezza cronica/ Fibromialgia, tiroiditi, artriti reattive, linfomi Hodgking e non Hodgking, Sclerosi Multipla, ed altri pasticci, come interessamento intestinale. Ma quei bruciori e dolori addominali, possono essere determinati dall’Helicobacter Pylori, che non solamente, si è stabilito nello stomaco, ma in quelle zone acide dell’intestino.
La Mononucleosi, non va mai sottovalutata, come ha certamente capito, dai sintomi che avverte, non si può dire: “ma tanto passa”, oppure c è l’hanno tutti”, oppure “rimane e non fa niente”; il virus va sempre portato via e mai utilizzato il cortisone, potrebbe farlo esplodere, diffondere in maniera invasiva in tutto l’organismo, tanto meno gli antibiotici, sui virus, non funzionano.
La terapia consiste nella sua completa eliminazione dalle cellule.
Saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube