Lieve ampliamento della valle silviana sinistra

21 novembre 2013

Lieve ampliamento della valle silviana sinistra




07 settembre 2013

Lieve ampliamento della valle silviana sinistra

salve.
sono una donna di 37 anni.
da più di un mese ho disturbi di; cefalea, vertigini, confusione mentale, mancamenti. ( no lipotimìa )
il mio è un malessere generale; il primo episodio è stato a maggio, il secodo a giugno, e dal 28 luglio (2013) è continuo 24 h su 24.
la vertigine è continua in concomitanza al mal di testa, la confusione mentale si accentua non appena arriva il mancamento. il mancamento non è lipotìmico perchè rimango cosciente. il mio mancamento ( lo definisco così perchè non saprei come descriverlo ) è il totale crollo del corpo. cioè; intorpidimento del corpo al 90% impossibilità di parlare, perchè non riesco a gestire il movimento della llingua, piedi gelidi, impossibilità di muovere la testa. é complicato da spiegare. . . .
ieri sono stata al ps non ho ancora il risultato del prelievo per l coagulazione, l'elettroencefalogramma sembra negativo, la TC anefalo evidenza un lieve ampliamento della valle silviana sinistra. (che non so cosa sia). premetto che nel 2009 l'esame RM encelalo, prende visione di una lieve atrofia corticale diffusa encefalica prevalente a livello del giro cingolato, e una lieva ptosi delle tonsille cerebbellari, che non superano il il bordo del forame occipitale.
sono stata vista dal neurologo, che pensa che sia un problema causato dalle arterie carotidee, il mio cardiologo pensa il contrario, e cioè un disturbo neurologico. il neurologo mi ha prescritto MODALINA 1MG ed LYRICA 25MG. ( non ancora assunte per via della mia tachicardia che curo con MEZZA CP di TENORMIN DA 100) successivamente prescritta terapia (sempre dal neurologo) con SIBELIUM 5MG ed CHIARO 250MG terapia che ancora non ho iniziato perchè nessuno di questi medici è d'accordo con la stessa.
insomma. non mi sento ne seguita ne curata, non so cosa fare. . . . . Intanto io sto male. . . . IN'OLTRE HO PROBLEMI DI PROTRUSIONI ED ERNIE DISCALI LOMBARI E CERVICALI.
potrebbbe almeno aiutarmi a capire? cosa posso fare?
da Palermo
GRAZIE

Risposta del 21 novembre 2013

Risposta a cura di:
Dott. QUIRINO EMILIO QUISI


OPPORTUNO E'il CAMBIO DEL NEUROLOGO, SE COSTUI DEVE AVERE LA MASSIMA SUA FIDUCIA.
SENTA IL SUO MEDICO DI FAMIGLIA, COSA LE SUGGERISCE DI FARE.

Dott. QUIRINO EMILIO QUISI
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Medicina dello sport
Specialista in Psichiatria
Busto Arsizio (VA)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa