Lieve ectasia della pelvi renale sx

04 febbraio 2021

Lieve ectasia della pelvi renale sx


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


13 gennaio 2021

Lieve ectasia della pelvi renale sx

Sono una signora di 60 anni. Da circa un mese soffro di dolori continui alla zona lombare e ai fianchi. Il medico mi ha prescritto un'ecografia all'addome che ho eseguito in data odierna con il seguente referto: "fegato di dimensioni regolari ed ecostruttura omogenea, senza evidenti alterazioni ecostrutturali focali. Colecisti a pareti regolari priva di calcoli. Non dilatazioni delle vie biliari. Di normale aspetto parte di testa e corpo pancreatico; inesplorabili le restanti porzioni per meteorismo intestinale. Milza omogenea di dimensioni regolari. Reni in sede, di dimensioni e spessore parenchimale conservati, senza evidenti lesioni focali sospette nei settori esplorabili. Lieve ectasia della pelvi renale sx (max diametro pari a circa 17 mm). Vescica quasi vuota. Aorta addominale di calibro regolare. Non versamento libero addominale. " In particolare sono preoccupata dell'ectasia della pelvi renale sx, considerando che i dolori lombari di cui soffro da circa un mese, potrebbero essere collegati con tale dilatazione (inclusi tra i sintomi della idronefrosi). Vi chiedo pertanto se è necessaria l'esecuzione di ulteriori esami di approfondimento per capirne la causa. In attesa di riscontro, porgo cordiali saluti.

Risposta del 04 febbraio 2021

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Gentile lettrice,

se anche il suo urologo lo riterrà utile potrebbe forse essere indicata anche una TAC con mezzo di contrasto ma qui ci fermiamo perché è impossibile per noi darle una risposta corretta e mirata da questa postazione; purtroppo situazioni cliniche particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa angolazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Specialista in Andrologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Rene e vie urinarie

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa