Linfoadenopatia persistente

22 aprile 2006

Linfoadenopatia persistente




18 aprile 2006

Linfoadenopatia persistente

Buongiorno, vi scrivo perchè sono molto preoccupato.
Da ca. 2 anni ho una linfoadenopatia laterocervicale e inguinale. In qs. 2 anni ho avuto una forte dermatite (non ancora del tutto guarita) e granulomi tolti con l'estrazione di due denti. I linfonodi dalla loro apparizione non sono aumentati di volume. Ho eseguito diversi esami del sangue da cui risulta una Ves nella norma, la formula leucocitaria anche e l'emocromo normale. Ho eseguito anche alcuni testvirali da cui si evidenzia la presenza del cytomegalovirus in maniera importante. Ho infine effettuato un'ecografia da cui si evince che i linfonodi sono di carattere reattivo. Alla mia domanda sia il mio medico di base sia l'ecografo mi hanno detto di stare tranquillo in quanto escludono malattie gravi. Fatto sta che io sono tutt'altro che tranquillo in quanto ultimamente ho iniziato ad avvertire dolori saltuari alle articolazioni. Ho provato (su prescrizione medica) a prendere antibiotici (che mi hanno portato benefici solo nel breve) e antiinfiammatori, ma nessun risultato. la cosa mi sta facendo realmente preoccupare anche perchè ho letto di cause legate a Linfomi. Non ho avuto perdite di peso (anzi il contrario). Non so come dire al mio medico di farmi fare altre analisi in quanto mi sembra di mancargli di rispetto. Ho anche letto vs. pareri su altre domande simili in cui si consigliava di rivolgersi ad un ematologo. Nel caso, sapreste indirizzarmi da qualcuno che opera nelle province di Lecco e Como? Ringrazio per la vs. celere risposta.

Risposta del 22 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


“linfoadenopatia laterocervicale e inguinale, una forte dermatite, granulomi tolti con l'estrazione di due denti, linfonodi sono di carattere reattivo, dolori saltuari alle articolazioni, ” la presenza del cytomegalovirus in maniera importante, questo virus potrebbe essere il responsabile dei suoi sintomi, provoca le artriti reattive, e lieve epatopatia. Ma può anche essere presente il virus di Epstein-Barr, ambedue vanno portati via, somministrandoi l genoma opportunamente diluito. Ambedue possono generare alterzioni importanti del sistema immunitario, non vano sottovalutati.

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube