Linfogranuloma venereo!

03 gennaio 2006

Linfogranuloma venereo!




20 dicembre 2005

Linfogranuloma venereo!

Salve. Ho postato una domanda in data 16/12 scorso, ma non avendo ricevuto alcuno risposta a tutt’oggi, credo che la mia domanda sia andata perduta in chissà quale meandro di Internet. Sono un uomo di 42 anni. In data 22 ottobre scorso durante un rapporto orale, per uno spasmo improvviso, mi è stata fatta un’incisione con un dente proprio sotto il glande. Ho riscontrato una piccola ferita che è cmq guarita nel giro di pochi giorni. In data 16/11 ho fatto tutti gli esami di routine, compreso il TPHA e HIV i quali sono risultati negativi. In data 7/12 ultimo scorso ho iniziato a sentire un fastidio proprio sotto il glande e mi sono accorto un piccolo punto rosso proprio sopra a dove avevo avuto la piccola ferita. Mi sono immediatamente allarmato e sono andato al più vicino Pronto Soccorso per poter parlare con un medico. Non hanno potuto aiutarmi perché non c’era nessun dermatologo disponibile al momento e poi con l’imminente festa dell’immacolata, avrei dovuto aspettare la settimana seguente. Sfortuna ha voluto che in data 9/12 partissi per gli Stati Uniti e quindi impossibilitato a farmi visitare da un medico. Durante la mia permanenza negli Stati Uniti, questa mia piccola ferita si è trasformata esattamente come una bruciatura di sigaretta, rotonda con i bordi arrossati e lievemente giallognola al centro. Mi dava bruciore e prurito. Nel frattempo un linfonodo inguinale si gonfia dandomi dolore. Non appena ritornato dagli Stati Uniti (14/12), contatto immediatamente un dermatologo il quale mi diagnostica un linfogranuloma virale (16/12). Mi prescrive TROSYD polvere da dare la mattina e Gentalyn Beta da dare la sera. Terapia da fare per 2 settimane. Dopo 2 giorni il linfonodo scompare lasciando spazio ad una specie di vena ingrossata che parte dal linfonodo e va fino alla base alta dell’asta del pene, un canale che mi da dolore. Come se non bastasse dal 18/12 ho forti dolori alle gambe e soprattutto, cosa che mi sta spaventando a morte, ho delle sudorazioni notturne incredibili che quando la mattina mi sveglio il cuscino ed il lenzuolo sono da strizzare. Essendo un grande patito di Internet, ho cominciato a cercare riferimenti sul linfonogranuloma venereo e dovunque leggo che si cura con degli antibiotici, ma da quanto prescritto dal dermatologo che mi ha visitato, non mi pare che ci siano antibiotici nelle due pomate. La cosa che mi fa più stare male e che mi spaventa di più, sono queste forti sudorazioni notturne, al punto che adesso mi sveglio di soprassalto la notte per controllare se ho sudato e non appena crollo nel sonno per la stanchezza non faccio altro che terribili sogni svegliandomi madido di sudore al collo, sul petto e sulla pancia. Non oso neppure pensare a quello che ho letto ancora una volta su Internet scrivendo la parola “sudorazione notturna”. . Tutto mi conduce a Linfomi maligni ed a contagio da HIV. Il Dermatologo mi ha comunque detto che mi farà fare al più presto un controllo presso un Centro MTS perché non esclude un’epatite C, ma non crede che questo episodio (il piccolo taglio) possa essere causa di un contagio da HIV. Non so se quanto scritto sopra è sufficiente per poter avere un vostro parere circa il mio caso. So solo che sto cercando di riacquistare la calma in un grande momento di panico. Potrei avere un vostro parere in merito? Grazie per il Vostro tempo e soprattutto aiuto.

Risposta del 03 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


La grossa vena che segnala potrebbe essere una linfangite, esito della precedente lesione con interessamento del relativo linfonodo. Purtroppo anche se lei ha scritto in modo molto dettagliato la sua situazione clinica questo non sostituisce la necessità di una valutazione diretta della lesione. Per quanto riguarda il trattamento mi sembra che tra le terapie che le hanno prescritto vi è comunque anche una pomata che contiene un antibiotico (la gentamicina). Il mio consiglio è di ricontattare lo specialista che l' ha curata e di seguire attentamente le sue indicazioni. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Sessualità




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa