Linfonodi inguine

30 novembre 2012

Linfonodi inguine




26 novembre 2012

Linfonodi inguine

Salve, sono un ragazzo di 20 anni e da circa 2 mesi fa ho notato la comparsa di 3 linfonodi rigonfi a livello inguinale - parte destra, Inizialmente erano dolorosi al tatto e non eccessivamente grandi! (Uno dei 3 aveva una grandezza maggiore, circa 1. 5cm mentre i restanti due di circa 1cm o almeno secondo le mie osservazioni). Per cautela mi sono recato dal medico di famiglia spiegandogli il mio problema: Qualche giorno prima della comparsa ho avuto un brufolo appena sotto il pene ed ovviamente ho pensato all'eliminazione di quest'ultimo con la conseguente fuoriuscita di pus e poco sangue! Ho eseguito le analisi del sangue + urina, gli esami del sangue sono risultati nella norma mentre in quello dell'urina gli eosinofili 394/mm3 sono risultati 5. 88% rispetto alla norma compresa tra 1- 4. Il medico stesso mi ha detto di non pensare al peggio (tumore) e che comunque impiegano un po' di tempo per sparire, a volte anche anni! Passati quasi 2 mesi, questi 3 linfonodi sono diminuiti di grandezza. . . non si sentono piu' come prima a livello superficiale ma se insisto sento ancora la loro presenza. Sono duri al tatto e non dolorosi solo 1/3 hanno una grandezza di circa 1cm, gli altri solo quasi inavertibili. Non sono diminuito di peso, non ho la febbre, non avverto altri sintomi. . . dovrei preoccuparmi? E' vero che impiegano tanto tempo prima di sparire completamente? Possono essere segno di patologie piu' gravi? Il brufolo puo' aver inescato la conseguente infiammazione? La percentuale degli eosinofili piu' alta puo' essere complice? Grazie in Anticipo per le risposte, saluti.

Risposta del 30 novembre 2012

Risposta a cura di:
Dott. ROBERTO MELLA


La spiegazione più plausibile è che siano linfonodi reattivi alla infezione locale da lei riferita; tali linfonodi impiegano molto tempo e talora rimangono sempre palpabili, specie a livello inguinale. Li tenga sotto controllo, eventualmente può fare una ecografia per confermare l'aspetto benigno reattivo dei linfonodi.

Dott. roberto mella
Medico Ospedaliero
Specialista in Medicina interna
Novara (NO)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa