Lombalgia

21 giugno 2014

Lombalgia




16 giugno 2014

Lombalgia

sono un uomo di 51 anni sportivo, pratico corsa e triathlon a liivello amatoriale. quest'inverno ho avuto un problema alla gamba dx inizialmente diagnosticata una sciatalgia, approfondendo mi è stato riscontrato l'infiammazione del muscolo piliforme. Qualche giono fa (4/6/14) ho fatto una risobìnanza e mi è stato refertato quanto segue"tratto di rchide in esame tra D11 il sacro noteolmente ridotta la lordosi fisiologica. il disco L2-L3 ed L5-S1su base degenerativa in fase pseudo-infiamm. Il disco L2-L3 segni di disidratazione ed una discreta protusione globale senza focalità erniaria ridotto in altezza ildisco L5-S1 disidratato con minima protusionemediana senza focalità erniarie, ma in un quadro aggravato da coesistenti maniestazioni artrosiche. Nei limiti l'ampiezza del canale vertebrale e dei forami di congiunzione. vorei avere delle delucidazioni in merito e sopratutto cosa posso fare per continuare ad allenarmi senzadoloro e senza aggravare la situazione. distini saluti Mariano

Risposta del 21 giugno 2014

Risposta a cura di:
Dott. PASQUALE PRISCO


Gentile paziente
è buona regola esibire gli esami eseguiti al medico prescrittore.
Inoltre il semplice referto non può essere considerato indicativo ai fini di una diagnosi:
sono necessari l'anamnesi, ossia il racconto della insorgenza e dello sviluppo della patologia, l'esame clinico e gli esami effettuati (non i referti ).
Mi dispice non poterle essere utile per questi motivi.
Saluti

Dott. Pasquale Prisco
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Torre Annunziata (NA)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube