Mal di schiena

08 aprile 2005

Mal di schiena




05 aprile 2005

Mal di schiena

Buongiorno, ho 36 anni e nel leggere il Vs. articolo sul "mal di schiena", dove si descrive un test eseguito a + di 300 persone, cambiando loro per 90 gg. il materasso, ecc. . . Ecc. . . , HO NOTATO un particolare che mi ha molto colpito : individui che avvertono dolore alla schiena dal momento in cui si coricano e raggiungono il maggior dolore al mattino quando di devono alzare dal letto. Ma allora non sono l'unica a cui succede questo ??? Soffro di tutto questo, in modo maggiore nella parte lombare, ma comunque forte anche nella parte cervicale, da 4 anni e ho sempre dato la colpa al fatto che il problema è nato SUBITO DOPO un "bombardamento" a ultrasuoni per distruggere un calcolo renale dx. Dopo aver fatto tutti gli esami del caso (rx, rmn, tac, . . . ), dai quali non risulta ASSOLUTAMENTE NIENTE, ho provato di tutto (quasi) : massofisioterapaia, chiropratica, riflessologia plantare, pranoterapia, agopuntura, shatzu, ultrasuoni, materasso in lattice, materasso semiortopedico, e non ricordo cos'altro. . . . 1 = Da cosa può dipendere ? 2 =. . . Cos'altro posso provare per riuscire a dormire serena e a svegliarmi meglio ? Vi ringrazio per la Vs. attenzione e resto in attesa di un Vs. consiglio. Cordiali saluti.

Risposta del 08 aprile 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Gentile signora,
E' possibile, anche se strano, che una risonanza magnetica non abbia messo in evidenza "assolutamente niente" pur in presenza di una discopatia, ma il punto è capire se i Suoi disturbi dipendano da una sofferenza discale.
Il disturbo che Lei accusa al mattino è spiegabile con il fatto che il disco intervertebrale, formato per la massima parte di acqua, nelle ore notturne si "gonfia" e quindi può premere su determinate terminazioni nervose che procurano la lombalgia. Questa in sintesi e con parole molto povere la possibile spiegazione. E' chiaro comunque che sono solo delle ipotesi e senza l'obbiettività clinica di una visita non è possibile orientarsi per un diagnosi di certezza. Le consiglio di farsi visitare da un neurochirurgo o da un ortopedico che si occupa di patologia vertebrale. In attesa che il Collega che consulterà Le dia delle indicazioni appropiate, la sera prima di dormire può assumere qualche miorilassante per una decina di giorni.
Mi faccia sapere. Cordialità e auguri.

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)



Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Disturbi mentali, parte il concorso People in Mind di Lundbeck Italia
Mente e cervello
26 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Disturbi mentali, parte il concorso People in Mind di Lundbeck Italia
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Mente e cervello
15 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Mente e cervello
05 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer