Mal di testa frequente, ansia e ipocondria.

04 aprile 2015

Mal di testa frequente, ansia e ipocondria.




Domanda del 30 marzo 2015

Mal di testa frequente, ansia e ipocondria.


Salve a tutti, mi chiamo Barbara e ho 19 anni.
Sto attraversando un periodo molto brutto, fatto di Ansia e paranoie ch non mi permettono affatto di vivere in completa spensieratezza.
Tutto è iniziato parecchi mesi fa, ho sofferto di Ansia, attacchi di panico e di alcuni sintomi di depersonalizzazione.
Mi sentivo strana, a volte mi ponevo delle domande esistenziali, mi chiedevo se ciò che facevo era giusto e soprattutto cosa stavo facendo e perché ;.
Con il tempo queste strane cose che mi sono accadute si sono un po alleviate, ho provato ad essere un po più forte con me stessa e a cercare di far sparire queste orribili sensazioni di irrealtà ;. . ho provato ad andare da uno psicologo ma ci sono andata solo due volte perché tutto ciò mi spaventava.
Passati alcuni mesi gli attacchi di panico erano del tutto passati, però al posto di essi è subentrata; ipocondria e il mio essere così spaventata per qualsiasi cosa.
Siccome assumevo una pillola per regolarizzare il ciclo, ormai da quasi 5 anni ho deciso di andare fare una visita ginecologica, pensando che tutte quelle sensazioni strane, Ansia e via dicendo potessero essere per colpa di essa.
Così a fine visita la ginecologa mi consiglia di smettere con l'assunzione della pillola per qualche mese.

Ora le cose si sono fatte molto più brutte: ho smesso di prendere la pillola a fine febbraio, e da quando ho smesso, ogni santo giorno ho sempre un terribile mal di testa.
So che può sembrare una cosa normale aver mal di testa, ma per me non lo è affatto.
Sto malissimo, ho paura di avere qualche malattia al cervello, ogni giorno continuo a cercare su Internet tutti i vari sintomi e mi faccio ancora più male più di quanto io non stia già ;. Non riesco ad autoconvicermi che il mal di testa possa essere per aver smesso di prendere la pillola, non riesco a credere che sia vero ho paura.
I sintomi che leggo su Internet poi sembrano sempre simili ai miei:
Mal di testa soprattutto alle prime ore del mattino, confusione mentale (quindi penso alla depersonalizzazione ), sbalzi d'umore, e problemi alla vista (siccome è da qualche mese che vedo dei puntini neri nell'occhio che non vanno mai via ).
Ho davvero paura, ormai è diventato il mio pensiero fisso.
Ho anche pensato di fare una tac ma nessuno della mia famiglia crede sia una cosa giusta da fare perché per loro io sto benissimo e non ne ho motivo.
Spero che qualcuno di voi specialisti possa capirmi e soprattutto darmi qualche consiglio.
Vi ringrazio in anticipo.
Risposta del 04 aprile 2015

Risposta di MARIA LETIZIA PRIMO


gentile paziente si rechi al più presto da uno psichiatra per valutare senza paura i suoi sintomi prima che diventino pervasivi e le rovinino l'esistenza. Deciderà poi con lo specialista il da farsi. le consiglierei da subito la psicoterapia cognitivo comportamentale ed il thai chi una disciplina ottima per l'Ansia. Alla sua età il cervello è ancora in crescita quindi possiamo risolvere al meglio il tutto ma non pensi di farcela da sola e soprattutto la smetta di leggere le notizie cliniche su internet che non è in grado di filtrare ed interpretare
buona giornata


Dott.ssa Maria Letizia Primo
Specialista attività privata
Specialista in Medicina legale
Specialista in Psichiatria
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Torino (TO)

Il profilo di MARIA LETIZIA PRIMO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Disturbi dell'apprendimento, dieci punti per capire
Mente e cervello
19 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Disturbi dell'apprendimento, dieci punti per capire
Sindrome di Asperger: graphic novel sulla vita quotidiana di una ragazza
Mente e cervello
16 settembre 2018
Libri e pubblicazioni
Sindrome di Asperger: graphic novel sulla vita quotidiana di una ragazza
I ragazzi balbuzienti sono più a rischio di bullismo
Mente e cervello
13 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
I ragazzi balbuzienti sono più a rischio di bullismo