Metaplastia intestinale

26 luglio 2014

Metaplastia intestinale




24 luglio 2014

Metaplastia intestinale

Mi hanno diagnosticato una mucosa gastrica di tipo andrale e giunzionale andro-corpo sede di edema, congestione vascolare, iperplasia fibromuscolare della lamina propria ed iperplasia dell'epitelio faveolare, associati ad antrofia ghiandolare di lieve entita'con focale metaplasia intestinale di tipo completo e incompleto. L'anno scorso avevo una Gastrite superfiaciale con metaplastia intestinale a cellule assorbenti e calciformi (tipo II) e Helicobacter pylori positivo. Sono migliorata o peggiorata, è preoccupante la mia metaplastia, ogni quanto devo fare la gastroscopia e che cura devo seguire?
Nel 2013 io avevo debellato l'Helicobacter. Il quadro clinico è peggiorato quest'anno secondo quello che dice il gastroenterogo e non mi ha dato nessuna cura. Grazie in anticipo.

Risposta del 26 luglio 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La cura dipende dai sintomi che accusa, ma lei non li descrive. La metaplasia intestinale è una evoluzione benigna della mucosa gastrica, non tanto pericolosa se rimane " focale ", cioè in aree limitate. Spesso si tratta di una evoluzione quasi fisiologica con il progredire dell'età. Tuttavia, a lei è comparsa in età molto giovane, per cui dovrà sottoporsi a controlli endoscopici ogni 2-3 anni. Dovrebbe ripetere l'esame per l'Helicobacter, per essere certi che sia stato eradicato completamente.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube