Mielofibrosi idiopatica in stadio iii

28 gennaio 2005

Mielofibrosi idiopatica in stadio iii




24 gennaio 2005

Mielofibrosi idiopatica in stadio iii

biopsia osteomidollare: cellularità 60% - granulopoiesi ben rappresentata - eritropoiesi regolare - megacariocitopoiesi iperplastica con cellule distrofiche raggruppate in aggregati - ispessimento delle trabecole ossee - trama reticolinica diffusamente infittita con aspetti di collagenizzazione. Con questo risultato è corretta la diagnosi di mielofibrosi o bisogna fare altri esami?

Risposta del 28 gennaio 2005

Risposta a cura di:
Dott. VINCENZO MARTUCCI


Le premetto che la mielofibrosi è una malattia che crea tutt’oggi problemi di “identità”. La richiesta di pronunciarci sull’eventualità che la malattia da Lei prospettata sia una mielofibrosi è basata, sostanzialmente, sul responso di un puntato midollare che, per come si presenta, è il meno indicato per porre diagnosi; più di quello potrebbe dare qualche indicazione, ad esempio, la milza, ma Lei non fornisce alcuna notizia sull’eventuale “ingrandimento” della milza. Dunque se vuole una risposta più precisa Le suggerirei di riformulare la domanda in modo più completo aggiungendo i Suoi sintomi, anche perché sono del parere che chi ha diagnosticato questa mielofibrosi si sia basato più sui sintomi rilevati che non su quel referto di puntato midollare.

Dott. Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)

Ultime risposte di Malattie infettive




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa