Miomectomia laparoscopica

06 luglio 2017

Miomectomia laparoscopica




01 luglio 2017

Miomectomia laparoscopica

Gentile dottore, Sono una donna di 31 anni, mercoledì 21 ho effettuato un intervento di miomectomia di circa 3 ore in laparoscopia. Il referto post operatorio parla di: Utero aumentato di dimensioni, morfologia e contorni irregolari per la presenza di un voluminoso mioma della parete anteriore a sviluppo intramurale sottosieroso del calibro di 7cm. Inoltre si visualizzano miomi sottosierosi subcentimetrici, lieve disomogeneità della parete posteriore. Anamnesi nella norma. Piccoli focolai di endometriosi sul peritoneo retrouterino che si cauterizzano. Si procede a miomectomia, chiusura e cauterizzazione della breccia uterina. Rimozione del pezzo operatorio mediante morcellatore. Accurato controllo dell'emostasi. Volevo farle alcune domande in merito al post operatorio, ovvero, è normale accusare ancora a distanza di 10 gg molta stanchezza, voglia di riposare spesso? É normale avere ancora dolori alla spalla, clavicola e scapole dopo un periodo di tempo in piedi o camminando? Quanto tempo é necessari prima che questi fastidi spariscano? Inoltre, settimana scorsa ho avuto delle perdite copiose di sangue rosso vivo, abbastanza fluido, quasi acquoso, accompagnato da cistite, il tutto curato con monuril e lavanda vaginale Gine tantum, con ottimi risultati. Oggi le perdite sono tornate, sempre qualche goccia di sangue rosso vivo abbastanza acquoso, che nell'arco della gg va via lasciando spazio a mucose marroncino. Tutto questo é normale nel post? Queste perdite sono accompagnate da sintomi tipo ciclo mestruale, leggeri dolori alle ovaie e utero, ma io porto anello nuvaring, sostituito il 19 giugno senza interruzione, quindi ciclo non può essere. Ultima domanda, le chiedo dopo quanto tempo posso tornare ad avere rapporti sessuali completi con il mio compagno. La ringrazio per la disponibilità

Risposta del 06 luglio 2017

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA TERESA SILVESTRI


tutto quello che le succede può essere normale, ma entro 30 giorni dall'intervento lei ha diritto ad un controllo gratuito da parte di chi la ha operata, che le darà le informazioni più corrette dopo averla rivisitata.

Dott. Ssa maria teresa silvestri
Medicina Territoriale
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Asolo (TV)

Ultime risposte di Salute femminile

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa