Mobbing

24 ottobre 2005

Mobbing




20 ottobre 2005

Mobbing

salve, avrei bisogno di un vostro parere.
sono diversi mesi che subisco mobbing nel mio ambiante di lavoro, con diverse lettere di richiamo, sanzioni e demanzionamento. ho reagito mettendo tutto in mano agli avvocati, sono dipendente in quell'azienda da diversi anni. ho somatizzato molto stando spesso molto male e ho dovuto prendere un paio di periodi di malattia negli ultimi 5 mesi.
ad un certo punto trovo lavoro, sento che è un colpo di fortuna, che non me lo posso lasciar sfuggire. . .
mi licenzio, inizio il nuovo lavoro e ho un crollo totale. non ce la faccio a riiniziare da zero visto il percorso che avevo già fatto, ho un rifiuto totale per il nuovo posto di lavoro. mi sento profondamente a disagio e senza risorse per poter affrontare il nuovo inserimento e far vedere le mie competenze. cosa mi è successo? perchè poco prima di iniziare non ho percepito questi sentimenti così negativi ma anzi ero contenta? mi sento distrutta
grazie
maria

Risposta del 24 ottobre 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Il problema del mobbing è molto complesso e articolato. Infatti riguarda quel delicato punto di incontro tra manifestazioni aggrsssive da parte dell'ambiente di lavoro e una personale disponibilità a farsi maltrattare. Spesso le persone che vengono mobbizzate soffrono di Depressione, anche non riconosciuta, ed sphanno una personalità insicura e dipendente.
Le consiglio di consultare un terapeuta capace di affrontare questo specifico problema e di vedere come rinforzare la sua assertività, la sua autostima, la sua capacità progettuale.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa