Muco persistente

27 aprile 2012

Muco persistente




14 aprile 2012

Muco persistente

Buongiorno, da circa un anno accuso muco denso che devo continuamente deglutire. Questo mi provoca anche una sensazione sgradevole in bocca e cioè una salivazione aumentata e collosa. Non ho tosse ma spesso la provoco io per cercare di eliminare il catarro che sento in gola, alle volte mi sembra di avere un nodo proprio in gola. Il medico ha detto che non è sinusite (ho fatto la radiografia ai seni paranasali ed è negativa), non ho mal di gola nè raffreddore. Ho fatto aerosol e preso fluidificanti senza nessun risultato. Ho eliminato i latticini perchè mi hanno detto che favoriscono il muco ma non ho notato nulla di diverso. Non ho problemi di digestione. Non ho mai fumato e non ho mai avuto catarro in vita mia. Vi ringrazio per i consigli e per l'attenzione.

Risposta del 19 aprile 2012

Risposta a cura di:
Dott. MAURIZIO DI CICCO


Il suo sintomo si chiama in italiano "rinorrea posteriore" per gli anglosassoni "post nasal drip". Il muco proveniente dalle fosse nasali e dai seni paranasali si accumula nel rinofaringe (il "retro" naso" e poi viene deglutita.
La rx dei seni è un esame obsoleto per lo studio dei seni paranasali
Dovrà effettuare una RINOFIBROSCOPIA e una TC dei seni paranasali per escludere una sinusopatia e contestualmente ricercarne l'etiologia.

Dott. Maurizio Di Cicco
Medico Ospedaliero
Specialista in Otorinolaringoiatria
Milano (MI)
Risposta del 19 aprile 2012

Risposta a cura di:
Dott. FRANCESCO GEDDA


La radiografia dei seni paranasali non è affidabile per escludere definitivamente una Sinusite (troppo frequenti sono i falsi negativi e ii falsi positivi). Anche se il riferimento assoluto per la diagnosi di Sinusite (cronica) è la TAC del massiccio facciale, prima di eseguire tale accertamento - che comporta il rischio collegato con l'esposizione a radiazioni ionizzanti - sarebbe utile che lei si sottoponesse ad una endoscopia: si tratta di un esame assolutamente innocuo e che fornisce molte informazioni sullo stato di salute del suo naso.

Dott. Francesco Gedda
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Otorinolaringoiatria
Torino (TO)
Risposta del 27 aprile 2012

Risposta a cura di:
Dott. ACHILLE COPPOLA


gentile signore,

si sottoponga ad una rinofibroscopia che senz'altro avrà un buon peso in una più attenta diagnosi

Dott. Achille Coppola
Forze armate
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Otorinolaringoiatria
Napoli (NA)

Ultime risposte di Orecchie naso e gola

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa