Nesbit post-operatoio

01 febbraio 2006

Nesbit post-operatoio




29 gennaio 2006

Nesbit post-operatoio

Salve, ho 24 anni e da quando ricordo ho sempre avuto questo problema, allora due anni fa' mi sono sottoposto alla penoplastica secondo Nesbit per la correzione dell'incurvamento accentuato verso il basso del pene. Dopo l'operazione mi era stato detto che si sarebbe stabilizzato tutto dopo qualche settimana o qualche mese al massimo. Invece tutt'oggi, oltre ad esserci un disagio sotto il punto di vista psicologico e visivo, il pene infatti appare pieno di grumi e intoppi su tutto la lunghezza dell'asta, diversi punti sottocutanei delle placchette risultano al tatto proprio a fior di pelle dando una sgradevolissima sensazione. Inoltre quando il pene è in erezione, in più punti sembrerebbe come se le venette laterali volessero strapparsi, dando un prurito fastidioso. Dopo alcuni mesi dall'intervento, posti i miei dubbi al dottore che ha eseguito l'intervento, mi ha fatto una sorta di minaccia tipo se togliamo tutto torna tutto come prima, con l'aggravante che avendo tolto sezioni spugnose, nonchè avendo ridotto la lunghezza, io proprio non immagino come tornerebbe, percui mi sono sentito molto scoraggiato a intraprendere qualsiasi scelta. Passati ulteriori mesi mi sono recato da un'altro specialista, il quale mi ha "aggredito" difendendo l'operato del collega e non volendo darmi delucidazioni in merito e rifiutandosi di dare un giudizio sull'esito dell'intevento. Nel frattempo è passato un ulteriore anno, non ho fatto altre visite, ma i disturbi continuano anzi a volte aumentano, in più questo fatto mi frena nell'approcciarmi con le ragazze, per via di un'antiestetico fattore. Vi sarei grato se poteste darmi un consiglio in merito. Vi ringrazio anticipatamente e porgo i miei più cordiali saluti. Daniele

Risposta del 01 febbraio 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Questo da lei lamentato è purtroppo uno dei problemi che può dare una correzione chirurgica di raddrizzamento del pene, secondo Nesbit. Queste irregolarità superficiali dell'asta generalmente si attenuano nel tempo e non impediscono comunque una normale risposta sessuale. Raramente il problema estetico determinato richiede una revisione chirurgica. Comunque cerchi di non drammatizzare troppo questa situazione "antiestetica" perchè ne va della sua normale vita psicologica e relazionale. Eventualmente riconsulti un andrologo che potrà, valutata attentamente e direttamente la sua situazione clinica, proporle una soluzione più mirata. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Salute maschile

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa