Neuropatia ulnare (?)

24 novembre 2006

Neuropatia ulnare (?)




21 novembre 2006

Neuropatia ulnare (?)

Egregio Dottore, 2 anni e mezzo fa mi avevano diagnosticato quanto in oggetto suggerendomi di operarmi subito. Sindrome di Guyon, insomma nervo intrappolato. Ma dopo la miografia un ortopedico mi disse che poteva essere la cervicale, dal momento che la neuropatia sembrava talvolta coinvolgere anche l'altro braccio. Ogni dottore mi diceva una cosa diversa: 1) mettermi a dieta 2) dopo un anno sarei guarito da solo 3) dopo 6 mesi sarebbe rimasta paralizzata la mano. Voglio precisare che questa neuropatia è sopraggiunta in un periodo molto preciso: lavoravo al computer anche 10 ore al giorno, poggiandomi sempre sullo stesso gomito. Alla fine oggi non ho più il formicolìo alle dita nè dolore al gomito, ma quando sto molto tempo seduto (in macchina o al computer) il fastidio ritorna con dolore al gomito e in modo alternato con uno strano tremore al 2° o al 3° o la 4° dito. In ogni caso continuo a suonare come prima. Sono pianista per professione. Grazie per l'attenzione. Esami fatti 2 anni fa: Elettromiografia Risonana magnetica cervicale

Risposta del 23 novembre 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa MILENA DE MARINIS


Le sindromi dolorose/perestesiche da schiacciamento di un nervo (intrappolamento, ma anche schiacciamento da posizione forzata - sindrome dell'utilizzatore del mouse e sindrome del pianista), non necessariamente devono essere trattate con la chirurgia.

Vi sono delle situazioni in cui, con l'evitamento di certe posizioni forzate, con il blocco temporaneo di certe articolazioni, la sintomatologia può regredire.

La sua situazione non si è risolta completamente e qualora il problema continuasse a presentarsi, le raccomando una risonanza magnetica a livello del gomito o del polso (a seconda della sintomatologia) ed una velocità di conduzione (elettroneurografia) del o dei nervi interessati.

Non mi pare che il suo problema abbia una natura cervicale.

Prof. Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)

Risposta del 24 novembre 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Caro Maestro,
sarebbe opportuno che Lei ripetesse l' elettromiografia. Se i disturbi che rifeisce non Le impediscono di svolgere la Sua professione puo' tentare una terapia medica limitata nel tempo. Viceversa credo che l'intervento (non di particolare difficoltà e in anestesia locale) diverrà necessario
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa