Noduli

14 settembre 2014

Noduli




10 settembre 2014

Noduli

Gentile dottore,
ho 56 anni ed ho un problema alla tiroide per il quale Le chiedo un suo cortese parere. Ho due noduli alla tiroide così diagnosticati da una prima ecografia :
“ iperplasia nodulare della tiroide : nel lobo sn al polo inf. Nodo ipoecogeno di 27mmx25mmx17mm – vol 6. 2 cc con vascolarizzazione periferica e molto vasi intranodali, in alcuni di questi si intrecciano velocità sistoliche diastoliche ragguardevoli: 59cm/sec ed 84cm/sec/39cm/sec. . il quadro color doppler anche in considerazione del calibro dei vasi intranodali è sospetto…si consiglia l’intervento chirugico. Nel lobo dx nodo lievemente ipoecogeno di 10mmx10mmx10mm vol. 0, 5 cc con segnali vascolari periferici e pochi vasi intranodali con base velocità di flusso, nodo verosimilmente benigno”
Allarmato da tale diagnosi mi sono perciò rivolto ad uno specialista che però è giunto in un primo momento a conclusioni meno allarmistiche adombrando al possibilità che si trattasse di un adenoma di Plummer. In ogni caso mi sono sottoposto ad una serie di accertamenti che Le elenco con i relativi risultati.
Esami ormoni
• TSH 0. 13 mcUI/ml valori 0. 56 – 4. 78
• FT3 3, 96 1, 1 - 4, 4
• FT4 1, 22 0, 68 – 2. 40
CALCITONINA RIA 3. 0 FINO A 20
AGO ASPIRATO :Tir2 negativo per cellule maligne. Il quadro citologico mostra abbondante colloide fluida a zolle e gruppi di di tireociti con note di anisonucleosi e aspetti da iperfunzione (fire-flares ) compatibili coi dtai clinici riferiti. Reperto di gozzo nodulare iperplastico. Utile follow up.
SCINTIGRAFIA TIROIDEA : la formazione evidenziabile a livello del lobo sinistro corrisponde ad un area “calda “. Quasi del tutto soppressa appare la captazione del radionuclide da parte del restante parenchima. Quadro scintigrafico di iperplasia nodulare a verosimile componente adenomatosa autonoma.
TC COLLO : esame senza mdc iodato Ev.
• Ghiandola tiroidea : asimmetrica per prevalenza del lobo sinistro che si estrinseca in sede retro giugulare a densità disomogenea per noduli ipodensi contestuali, il maggiore a sede basale sinistra.
• laringe : esente da allterazioni delle strutture muscolo cartilaginee
• trachea : in asse. In assenza di compressioni ab estrinseco e di riduzioni di calibro del suo lume
• linfonodi : non linfoadonomegalie
• porzione torace compresa nel volume in esame : non alterazioni visualizzate.
Ora sulla base di questo quadro clinico la dott. Ssa che mi segue che in un primo momento aveva ipotizzato una terapia radio metabolica prevede invece la possibilità di un intervento chirurgico per la pressione retro giugulare che, a suo dire, potrebbe portarmi problemi cardiovascolari. Nel frattempo di mi ha dato una terapia di due mesi a base di una cps di TAPLAZOLE 0, 5 mg da assumere una volta al giorno per poi decidere come intervenire. Cosa ne pensa Lei? Riuscirò ad evitare l’intervento chirurgico oppure il farmaco è al momento solo utile a stabilizzare la tiroide ? La ringrazio per La sua cortese disponibilità.
Pietro zazzaro


Risposta del 14 settembre 2014

Risposta a cura di:
Dott. GIANLUCA OCCELLI


Caro Signore, faccia intanto i complimenti allo specialista a cui si è rivolto perché le ha fatto seguire correttamente tutto l'iter diagnostico.
Poi il resto si vedrà nel tempo e con la terapia, se non si riesce ad ottenere un buon controllo allora si passerà all'intervento asportando eventualmente solo metà tiroide.
Un cordiale saluto

Dott. Gianluca Occelli
Casa di cura convenzionata
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Suzzara (MN)

Ultime risposte di Diabete tiroide e ghiandole




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube