Non vivo più...vi prego rispondete!

11 febbraio 2007

Non vivo più...vi prego rispondete!




06 febbraio 2007

Non vivo più...vi prego rispondete!

Ringrazio fin da ora chi gentilmente mi risponderà. Allora, è da circa 1anno e mezzo che convivo con uno stato d'ansia che nel tempo è andato peggiorando e che mi produceva(e mi comporta tutt'ora)i seguenti sintomi:stanchezza, senso di sbandamenti, battito accelerato. Premetto che, per escludere cmq cause organiche, ho fatto ogni tipo di accertamento(l'ultimo è stato a settembre una RMNencefalo). E'stato un brutto periodo, di analisi e controlli continui perchè io inizialmente non pensavo fosse un problema di tipo psicologico e quindi pensavo di avere tutte le malattie di qsto mondo. In segutio a qsta fase, la mia ansia è andata peggiorando. Fermo restando che mi sveglio tutte le mattine da 1anno e mezzo con l'agitazione, non riposata e che perdura la stanchezza, ho cominciato a provare altre sensazioni. Ansia xqualunque cosa(anche stupida)dovessi fare, paura di tutto(di uscire da sola, di sentirmi male, a volte dei posti chiusi. . . ). A volte qsto stato perdura per giorni, altre di meno. Mi sento e ho tanta paura di svenire, ho tremori, calore, sudorazione, battito accelerato. Qndo provo qste cose la gente intorno a me non se ne accorge, perchè non faccio capire. Avendo provato qste sensazioni in moltissime situazioni, praticamente ho l'ansia di tutto e spesso evito di fare cose perchè penso già da prima in negativo e che potrei sentirmi male(anche un semplice pub la sera mi mette pensiero). A volte mi sembra come se non ho fiato e quindi faccio respiri lunghi. A dicembre ho iniziato una psicoterapia con una psicologa psicoterapeuta(di rilassamento)che sto continuando. Forse c'è stato qlke miglioramento, ma io continuo a nn stare bene, a vivere con mille paure, ansie xtutto. Io non vivo più e la cosa che mi fa più male è che non ero così. Ho paura di non tornare ad essere qlla che ero prima. Ora Le chiedo: 1)può l'ansia creare qsti sintomi e qsta forte stanchezza? 2)è il caso di prendere e se sì quale farmaco mi può aiutare? 3)posso guarire e come posso aiutarmi per guarire? 4)continuo la psicoterapia? Sono sempre stata restia a prendere farmaci, ho paura della dipendenza e degli effetti collaterali, però io così non posso andare avanti. Io voglio tornare ad essere qlla persona serena, sicura e senza paure che ero prima, e se Lei può darmi dei consigli Le sarei grata. Mi scuso per essermi dilungata tanto, confido in una Vs cortese risposta.

Risposta del 11 febbraio 2007

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMO MUCIACCIA


Gentile utente,

Il problema è sicuramente curabile con una specifica terapia farmacologica. Non deve avere irrazionali timori nei confronti degli psicofarmaci. La psicoterapia può essere utile, tuttavia è insufficiente nel Suo caso.
Si rivolga senza timore ad uno Psichiatra o ad un Centro di salute mentale della ASL.

Tanti saluti ed auguri.

Dott. Massimo Muciaccia
Specialista attività privata
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa