Nstemi trattato con stent

23 aprile 2015

Nstemi trattato con stent




19 aprile 2015

Nstemi trattato con stent

Nel mese di ottobre sono stato sottoposto a una coronografia con installazione due stent con ottimo risultato. Non è stata però trattata la stenosi su cx distale per ridotta dimensione dei vasi a valle della stenosi. Di recente ho fatto un eco da sforzo con il seguente risultato: test interrotto al 57" del V stadio Bruce per fatica pa 160/90 m hg, fg 164 boom pari al 95% della FCMT. Non agor non aritmie dalla fine del II stadio sottoslivellamento del tratto st, variabile, prevalentemente ascendente max 1, 5 all'acme in v4v6, a rapida regressione in recupero. Ottima tolleranza per lo sforzo. Test suggestivo di lieve ischemia miocardica ad elevato carico di lavoro muscolare. Vorrei sapere se devo fare altri esami urgenti è se l'esame nel complesso è in linea con una persona colpita da nistemi o se devo fare una ulteriore coronografia. Ovviamente sto seguendo la terapia assumendo: pantapranzolo, triatec 2, 5, duoplavin da 75mg/100 mg e torvast 40. Ad oggi faccio quasi ogni giorno una passeggiata veloce di circa 1 ora e 15 minuti percorrendo 8 km, senza avere problemi. Grazie mille.

Risposta del 23 aprile 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Non credo che debba fare altri esami, almeno per ora. Nstemi significa che lei ha avuto solo una ischemia e non un Infarto. Il test da sforzo, tutto sommato, è buono. Il segno di affaticamento coronarico (sottoslivellamento del tratto S-T) sotto massimo sforzo, regredisce appena sospende lo sforzo. Sono d'accordo con la terapia e le faccio i migliori auguri.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube