Nuovo ponte dentale

23 maggio 2013

Nuovo ponte dentale




18 maggio 2013

Nuovo ponte dentale

Gentili Dottori,
sono una donna di 33 anni e nel 97' mi sono sottoposta alla monconizzazione di incisivi e canini sani, in quanto non avevo gli incisivi laterali (sull'arcata superiore) e all'epoca l'implantologia era ancora poco conosciuta, quindi mi hanno proposto un ponte da canino a canino. Dopo un annetto (non avevo il cemento definitivo) non so per quale motivo mi hanno messo dei perni ai canini. Non me ne sono accorta subito ma solo dopo 10 anni quando ho cambiato dentista perchè dovevo ricementarlo, o almeno così credevo!!!!Il nuovo dentista mi ha fatto la pulizia canalare di tutti i monconi e quindi un nuovo ponte da canino a canino con 4 perni. Questo nuovo ponte mi è durato a malapena 3 anni. Si è staccato dai canini leggermente e il mio nuovo attuale dentista mi ha detto di staccarlo subito perchè si infiltrano cibo, batteri e quant'altro e poi si perde il dente. Così è stato fatto e son venuti via i 4 perni con ponte. Ho fatto nuovamente la pulizia canalare e l'attuale dentista mi ha consigliato di rifare il ponte andando a prendere anche il primo premolare per avere più stabilità (ho una chiusura a testa). Dalla radiografia non è emersa alcuna infezione, anche se il dentista mi ha detto che non risultano dai referti dei radiologi. Mi ha sconsigliato vivamente di mettere il cemento definito all'attuale ponte perchè quando vengono via i perni con il ponte vuol dire che è un fallimento del lavoro. Io sono molto indecisa se fare o meno questo nuovo lavoro che mi costerebbe 6000€ (e pochi non sono dopo averne spesi 3400€ 3 anni fa), e purtroppo non riesco più a fidarmi di alcun dentista. Vorrei un vostro parere disinteressato e da esperti. Nell'attesa di una vostra risposta vi saluto cordialmente.
Anna

Risposta del 21 maggio 2013

Risposta a cura di:
Dott. MAURO MAZZOCCO


Le premetto che un consiglio motivato in un lavoro così complesso è possibile solo analizzando radiograficamente i pilastri con rispettivi perni (si va da un'ortopanoramica digitale a un dentascan per valutare focolai periapicali ). Eviterei di insistere sull'appoggio sui quattro pilastri con un ponte unico di sei elementi; ancor meno di estendere il ponte ai premolari. Penserei a inserire due impianti a livello incisivi laterali e ricoprire separatamente i canini e gli incisivi centrali, fermo restando che bisogna risolvere il sovraccarico testa a testa del gruppo incisivo.

Dott. Mauro Mazzocco
Specialista attività privata
Odontoiatra
Specialista in Odontoiatria
Risposta del 23 maggio 2013

Risposta a cura di:
Dott. DIEGO RUFFONI


Gentile Utente, che dramma alla sua età già in queste condizioni!
Nel 97 l'implantologia era presente già con ricerche e studi scientifici ma molti pazienti non si avvicinavano per i costi di questa disciplina e preferivano strade con costi biologici maggiori, per poi ritrovarsi nelle sue condizioni.
Ancor oggi lei sta cadendo nello stesso errore, perché ancora valuta il lato economico a discapito di quello biologico, ora per lei occorrono mani esperte, con scelte conservative che andranno mantenute nel tempo con controlli semestrali.
Dott. Ruffoni Diego

Dott. Diego Ruffoni
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Universitario
Odontoiatra
Specialista in Odontoiatria
Mozzo (BG)

Ultime risposte di Bocca e denti

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa