Ossessione di morte

25 settembre 2005

Ossessione di morte




22 settembre 2005

Ossessione di morte

buongiorno,
scrivo a voi di una paura di cui non riesco a parlare direttamente con nessuno. Da quando le notizie di una probabile pandemia di Influenza aviaria si sono fatte più insistenti, non vivo più. Vivo ogni giorno in preda all'angoscia della morte, di un immane disastro, al pensiero che i miei familiari ed io saremo separati dalla morte. Giudico inutile qualunque speranza od ipotesi per il futuro, mi alzo con un dolore nel petto e il buio che vedo davanti mi paralizza e mi sottrae agli impegni che vadano oltre quelli della giornata. Sono appena sposata e mi chiedo quanto tempo ancora mi è concesso di vivere con l'uomo che amo. Ho il terrore di rimanere incinta. Non so proprio cosa fare per riacquistare serenità. Già prima di queste notizie, comunque, avevo presentimenti di morte.

Risposta del 25 settembre 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Le sue sono vere e proprie idee ossessive per risolvere le quali non basta la buona volontà. Infatti rientrano in un quadro ansioso depressivo che va valutato opportunamente e quindi curato con gli strumenti più opportuni. Solitamente si utilizzano sia farmaci spcifici, almeno in una prima fase, unitamente ad una psicoterapia che ha come scopo quello di modificare la struttura del pensiero ossessivo. La invito a non sottovalutare il problema perchè questo tipo di idee negative a lungo andare deteriorano la qualità della vita. Al contrario affrontando correttamente il problema si può arrivare ad una sua soluzione.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube