Pap test, colposcopia, hpv test

13 settembre 2020

Pap test, colposcopia, hpv test




09 settembre 2020

Pap test, colposcopia, hpv test

Salve, sono una ragazza di 20 anni e ho effettuato un pap test con esito "Anormalità delle cellule epiteliali - Cellule squamose atipiche di significato indeterminato". Successivamente, mi è stato detto dal mio ginecologo di effettuare una colposcopia per capire meglio di cosa si trattasse. L'esame colposcopico mi ha evidenziato un'infiammazione con esito " Giunzione visibile. Ectopia con area epitelio bianco sottile e mosaico regolare. Flogosi. ". Inoltre mi è stata prescritta una terapia a base di ovuli vaginali da fare 10 gg al mese per ben 6 mesi. Sono molto preoccupata perché dalla colposcopia non si evidenzia nulla che possa darmi una risposta specifica a quello che, effettivamente, ho. Ho il sospetto che io possa aver contratto l'HPV, tant'è che il dottore non ha escluso quest'ipotesi e, inoltre, mi ha detto che se avessi avuto 10 anni di più avrebbe effettuato la biopsia. Vorrei avere delle risposte più specifiche. Vorrei capire perché non mi sia stata fatta la biopsia e soprattutto perché non mi sia stato consigliato di sottopormi all'HPV TEST. In conclusione, oltre ad un vostro parere su tutto ciò che ho scritto, vorrei sapere se è possibile effettuare l'HPV TEST senza prescrizione medica. Sicuramente effettuando questo tipo di test mi sentirei più sicura e soprattutto scoprirei se ho contratto il virus o meno. Attendo con ansia le vostre risposte. Grazie mille.

Risposta del 13 settembre 2020

Risposta a cura di:
Dott. PIERGIORGIO BIONDANI


Gentile ragazza,
spesso la risposta di cellule squamosatipiche di significato indeterminato è correlata con una intensa infiammazione non sempre dovuta al virus del papilloma.
Pertanto la ripetizione dell'esame dopo una cura antiffiammatoria prolungata ha un suo senso, soprattutto in assenza di lesioni evidenti alla cervice uterina ( per questo motivo, penso, non è stata effettuata la biopsia).
In linea generale non è indicata la effettuazione dell'HPV test in età giovanile data la grande frequenza del virus in questa fascia di età, in concomitanza con il fatto che il virus stesso tende poi a scomparire in tempi piuttosto rapidi in maniera spontanea.
Ciò detto nel suo caso specifico, sia in relazione allo stato di apprensione che ad un eventuale discorso vaccinale, se non ancora effettuato, sarei anch'io dell'idea di effettuare un HPV test.
Per tale esame dovrà comunque rivolgersi per un consulto di persona presso un medico di sua fiducia.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani.

Dott. Piergiorgio Biondani
Specialista attività privata
Specialista in Medicina generale
Specialista in Psichiatria
Bussolengo (VR)

Ultime risposte di Salute femminile

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube