Perforante di boyd e lipolinfedema

26 maggio 2006

Perforante di boyd e lipolinfedema




23 maggio 2006

Perforante di boyd e lipolinfedema

Sono una ragazza di 27 anni e da qualche mese soffro di disturbi alla gamba sinistra. Gonfiore alla caviglia, pesantezza, indolensimento e un aumento della ritenzione liquida con cosneguente aumento della cellulite(visibilissimo). L'eco-doppler ha evidenziato un collaterale con perforante di boyd esente da reflusso e un inizio di lipolinfedema. Sono spaventata considerando che mia madre haa vuto due tromboflebiti. Vorrei sapere che cosa comporta questa patologia e a che tipo di rischi vado incontro. Grazie in anticipo. Cordiali saluti

Risposta del 26 maggio 2006

Risposta a cura di:
Dott. LUCIO PISCITELLI


Non comprendo bene il reperto ecodoppler di "collaterale con perforante di Boyd esente da reflusso". La eventuale " Incontinenza " di una perforante con reflusso in una collaterale potrebbe richiedere un interessamento di tipo chirurgico o scleroterapico che non deve meravigliarLa vista la sua giovane età. E' in questa fase che una eventuale incipiente malattia varicosa può essere suscettibile di un trattamento più efficace e duraturo e con un danno estetico praticamente inesistente, prima di estendersi anche ad altri settori venosi. Va poi valutata la coesistenza della pannicolopatia adiposa (cellulite), manifestazione spesso connessa con l'insufficienza venosa e che va compresa in un trattamento integrato (t. flebologica, elastocompressione, pressoterapia, mesoterapia, ecc. ). Vista anche la familiarità, Le consiglio di affrontare ora il problema.

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa