Piccola emorragia interventricolare

16 ottobre 2005

Piccola emorragia interventricolare




13 ottobre 2005

Piccola emorragia interventricolare

Mia mamma ha avuto una piccola emorragia interventricolare, causata dal coumadim e dall'Ipertensione. Adesso, ha effettuato tre esami importanti. Vaso spasmo con esito negativo. Tac, che dice che non perde piu sangue e che l'emorragia piccola che aveva, è quasi andata via tutta, rimanendone pochissima. Angiografia con esito negativo. Adesso le hanno sospeso la cura faramacologica ieri. Non si è ancora svegliata e dicono che è una cosa normale, visto tutti i farmaci che le hanno dato. Che ne pensate sul risveglio? Nelle finestre da loro fatte, mia mamma ha sempre risposto bene alle domande da loro richieste. Grazie!

Risposta del 16 ottobre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Se la presenza di sangue in un ventricolo cerebrale (quale?) è stata di piccole dimensioni, è verosimile, stando anche alle finestre valutative, che Sua mamma si riprenderà.
In seguito si dovrà valutare il possibile sviluppo di un idrocefalo, ma sicuramente i Colleghi che l'hanno in cura hanno presente tale eventualità. Anche il prosieguo della terapia anticoagulante dovrà essere ben valutata dal clinico che gliel'ha prescritta, valutando ovviamente rischi e benefici, non certo sulla sua definitiva sospensione, ma sulla somministrazione di un farmaco più maneggevole.
Se crede, ci tenga informati
Cordialità ed auguri.

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube