Piccolo ictus

20 giugno 2006

Piccolo ictus


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


16 giugno 2006

Piccolo ictus

Buongiorno. Ieri mia mamma, da più di 7 anni soggetta a fibrillazione atriale, ha avuto un momento in cui non riusciva più a parlare. Ho chiamato la dottoressa e ha confermato che può essere stato un piccolo ictus e che mia mamma, una donna di 57 anni, è a rischio di altre eventuali ischemie. Oggi sembra aver ripreso a parlare normalmente anche se ha ancora dei momenti in cui non riesce a esprimersi correttamente. Chiedo: è possibile che ritorni ad esprimersi come prima? Qual'è percentuale che possa essere colpita da un altro ictus? Cosa dobbiamo fare? Grazie. Una figlia in attesa.

Risposta del 20 giugno 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Intanto bisogna eseguire una RMN per valutare l'estensione di una eventuale danno a livello della zona corticale interessata, quindi un esame Doppler dei vasi sovraortici per valutare la presenza di stenosi carotidee, e anche una visita cardiologica e un esame Ecocardiografico.
Sarà poi necessario intraprendere una terapia preventiva con antiaggreganti o trombolitici e una dieta accurata.
Se il disturbo della parola sta regredendo è possibile il suo ripristino completo.
Ne parli con il Suo medico.
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Il sapore della felicità. Di Luca Pani
31 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Il sapore della felicità. Di Luca Pani
Chi siamo e da dove veniamo?
25 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Chi siamo e da dove veniamo?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa