Polipo placentare

17 luglio 2013

Polipo placentare




15 luglio 2013

Polipo placentare

Buonasera, il 28 5 2013 ho subito un raschiamento per morte fetale endouterina alla 26 settimana, dopo una settimana ho fatto la visita di controllo e mi è stato detto che avevo ancora materiale in utero e che, probabilmente, dopo 15 giorni avrei dovuto sottopormi ad un altro raschiamento, La stessa sera mi sono rivolta ad un altro ospedale, uno dei migliori in italia visto che nella clinica dove ho partorito ormai avevo perso fiducia nel personale medico visto che la morte della mia bambina era dovuta all'incompetenza della mia ginecologa che non mi aveva diagnosticato la preeclampsia, nonostante pressione alle stelle, gonfiore alle gambe e al viso e proteine nelle urine, mi aveva ricoverata ma continuava a dirmi di non mettermi in testa cose che non esistevano, che ero ansiosa e che mi escludeva al 100% la gestosi, dopo 3 giorni la disgrazia, quindi ho preferito non ripetere lo stesso errore e ho cambiato ospedale dove, dopo isteroscopia diagnostica, mi hanno trovato un polipo placentare vascolarizzato, col conseguente rischio di emorragia se l'avessero asportato e la possibilità di dover asportare l'utero, quindi si era propesi per l'embolizzazione delle arterie uterine ma, dopo la risonanza magnetica mi hanno dimesso con una condotta di prudente attesa, ogni 3 settimane ecografia transvaginale e ogni settimana controllo delle beta hcg che sono ancora 66, Vorrei sapere come mai, dopo quasi 2 mesi non mi è ancora arrivato il ciclo, se dovrò aspettare che le beta scendano 0 per averlo, ma se così fosse come potrebbero scendere del tutto visto il polipo placentare? poi vorrei sapere se è alto il rischio di emorragia col capoparto, se così fosse bisognerebbe fare subito l'embolizzazione, e infine vorrei sapere la differenza tra un polipo "classico" e quello placentare, se si può lasciare o, se per un'altra gravidanza, bisogna per forza asportarlo. grazie anticipatamente, Sara, bs.

Risposta del 17 luglio 2013

Risposta a cura di:
Dott. SANDRO CAMMELLI


il polipo placentare è rappreswentato da un residuo della placenta che si è organizzato e non tende al riassorbimento o alla espulsione. . . . in ogni caso una vigile attesa è consigliabile prima di fare una isteroscopia operativa

Dott. sandro cammelli
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Piantedo (SO)

Ultime risposte di Salute femminile

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa