Possibile trombo alla vena dorsale del pene

21 giugno 2017

Possibile trombo alla vena dorsale del pene




29 marzo 2017

Possibile trombo alla vena dorsale del pene

Buongiorno dottori, da circi 10 mesi ho notato la comparsa di due palline vicine, quasi attaccate, sulla vena dorsale del pene, situate al centro del pene subito sotto la corona del glande e visibili solo a prepuzio retratto, che dal colore scuro sembrano piene di sangue dalle quali partono due vene anch'esse molto visibili che si protraggono per circa 3/3. 5 cm in direzione della base del pene. Inizialmente credevo sarebbe passato da solo ma con il tempo è lievemente peggiorata, in quanto le due palline sono ancora più visibili e le vene scure che partono da li si sono maggiormente estese. A novembre 2016 mi sono sottoposto a scleroembolizzazione per un varicocele di III grado al testicolo sinistro. Alla visita di controllo ho chiesto all'andrologo un consiglio, il quale anche se era di fretta mi ha detto che secondo lui era un trombo ed ho applicato per circa due mesi il reparil gel 2% senza nessun risultato. Oltre ad essere brutte visivamente, se tocco le due palline avverto una sensazione di fastidio. Tengo a precisare che ho un prepuzio abbondante, non ho difficoltà a scoprire il glande sia a pene flaccido che eretto. In erezione però la pelle rimane sotto la corona del glande un po bloccata da un piccolo anello chiaro che presente poco più sotto. Durante la masturbazione, forzando un po', il prepuzio scorre sul glande, non però in modo naturale come quando il pene è a riposo, mentre durante i rapporti se scopro il glande il prepuzio resta "fermo" sotto il glande e non scorre. Preciso comunque che non si tratta di fimosi ho solo pensato che il possibile trombo potrebbe essere dovuto alla "sofferenza" della pelle bloccata tra l'anello e il solco sotto la corona del glande durante le erezioni, in quanto si trova proprio in quella posizione. Vorrei recarmi da un urologo ma attualmente ho trovato un lavoro in Olanda e non posso spostarmi. Voi cosa mi consigliereste? C'è qualche farmaco che potrei prendere? Attendo una vostra gentile risposta, grazie mille

Risposta del 21 giugno 2017

Risposta a cura di:
Dott. ANDREA MILITELLO


Salve, possiamo condividere le sue idee, purtroppo i farmaci sono per via locale, a base di escina. . . Come già ha fatto

Dott. Andrea Militello
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Specialista in Andrologia
Roma (RM)

Ultime risposte di Salute maschile

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa