Pressione pulsatoria

15 gennaio 2016

Pressione pulsatoria




13 gennaio 2016

Pressione pulsatoria

Soffro di ipertensione arteriosa e di episodi non frequenti di fibrillazione atriale parossistica.
L'ipertensione è curata con 1 cp. di Tareg 160 mmg al mattino ed 1 cp. di Norvasc 10 mmg. la sera. Per la F. A. assumo 2 cp. /die di Almaritm 100 mmg. Di recente sono stato sottoposto a scoagulazione con i nuovi Nao (Xarelto).
Nella misurazione periodica della pressione arteriosa viene rilevato un differenziale di 60/70 mm. Hg tra la sistolica e la diastolica.
Ad esempio, sistolica 120 mm. Hg, diastolica 60 mm. Hg.
Il mio cardiologo asserisce che il fenomeno va correlato alla mia età ed allo stato generale del sistema cardiocircolatorio affetto da aterosclerosi e che c'è poco da fare.
Un mio compagno di scuola, anche lui sofferente di pressione pulsatoria, ha invece migliorato la situazione ricorrendo ad alcuni farmaci specifici, da assumere in orari particolari della giornata.
Preciso di non essere affetto da patologie cardiache ( così asseriscono i cardiologi) e le funzioni epatiche e renali sono buone (ho effettuato recentemente un controllo specifico a seguito dell'assunzione dello Xarelto).
Premesso quanto sopra, nel chiedere di conoscere un Vs. parere orientativo in merito, ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti.
Maurizio





Risposta del 15 gennaio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Mi scusi, ma non vedo quale è il problema. La pressione minima un po'bassa è correlata - come le ha detto il cardiologo - a una situazione delle arterie che non è più quella che aveva a 20 anni, ma non è importante, né pericoloso. Non deve far nulla.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube