Problema post frenulotomia e plastica peniena

11 luglio 2012

Problema post frenulotomia e plastica peniena




28 giugno 2012

Problema post frenulotomia e plastica peniena

Salve cari Dott.

Sono un ragazzo di 31anni ed ho subito giorno 5 un intervento di frenulotomia e plastica in quanto il frenulo era estremamente corto provocando eiaculazione precoce e troppa sensibilità! premetto che ho anche una ipospadia anteriore glandulare che non mi comporta nessun fastidio nelle minzioni!

Uscito dall'ospedale mi è stato consigliato di scapperllarlo pochissimo solo per posizionare gentamicina crema.

Dopo 3 giorni sono andato a visita di controllo il quale si presenta con + pretuberanze ed il Dott. mi riferisce che è tutto ok!

15 giorni dopo mi son caduti tutti i punti e riesco con un pò di aderenza a scapperlarno ma non in erezione in quanto il prepuzio risulta molto stretto, da qui ho notato che ancora parte del prepuzio è attaccata al glande lateralmente ma la cosa + grave è che la plastica ha preso forma dell'uscita dell'uretra. . . Tipo a BANDIERA! esteticamnete è troppo brutto quindi son andato subito dal Dott. a farlo visionare, il quale mi riferisce che si è formata una aderenza, una cicatrizzazione della stessa plastica.

Tutto ciò non è stato di mio gradimento ma purtroppo è capitato ed ho cercato rimedi. Il Dott. mi ha consigliato di mettere della connettivina crema e di vedere cosa succede e se non sono soddisfatto di rioperami ad inizio settembre perchè non può andare ad incidere subito quel lembo in quanto si potrebbe toccare l'uretra!

Sinceramente non mi và di aspettare tutto questo tempo e vorrei ascoltare qualche altro consiglio.

In attesa vorrei porvi una domanda, se invece di mettere la connettivina mettessi su quel punto la crema Noruxol riuscirebbe a sciogliere quella aderenza che si è formata o farei solo danno? sinceramente a questo punto stò optando per una circoncisione totale sempre se me la effettuano prima possibile tanto ormai l'estate me la son rovinata perchè non mi farei mai vedere da una donna combinato in questa maniera.

Spero che sia stato chiaro nel descrivere la situazione e sò che un consiglio online è poco valutabile.

In attesa di un vostro riscontro porgo cordiali saluti

Risposta del 11 luglio 2012

Risposta a cura di:
Dott. GIANLUCA OCCELLI


Caro lettore,
purtroppo come le ha detto il chirurgo che l'ha operata si è formata una aderenza.
Adesso decidere che fare non vedendola non è facile. Come le ha consigliato chi l'ha operato mi pare il caso di ri operarla optando, questa volta, per una circoncisione, altrimenti, manovra molto dolorosa da fare magari con anestesia locale, si potrebbe tentare di scappellarlo sotto anestesia per vedere di rompere quella aderenza che però, più passano i giorni, più può diventare tenace con il rischio di lesionare l'uretra.
Se la sua estate è rovinata riparli con il collega e gli chieda di ri operarla prima.
Un cordiale saluto

Dott. Gianluca Occelli
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista in Chirurgia generale
Suzzara (MN)

Ultime risposte di Chirurgia estetica

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa