Proctite

17 gennaio 2017

Proctite




14 gennaio 2017

Proctite

Salve dottore, le scrivo per un problema di mia mamma (54anni) da circa 2 anni soffre di disturbi al livello del retto: senso di pesantezza e corpo estraneo al retto. Ultimamente ha avuto un caso isolato di scarica diarroica con emissione di muco e sangue. Ma ripeto, caso isolato. Le sue feci appaiono più molli rispetto alle sue normali abitudini intestinali.
Ha eseguito una rettosigmoidoscopia che ha evidenziato: aspetto normale della mucosa visibile con reticolo vascolare ben rappresentato tranne che al livello del retto distale dove appare IPEREMICA, EDEMATOSA e con RETICOLO VASCOLARE SCOMPARSO.
Si effettuano biopsie A sigma (macroscopicamente sano) B retto.
Conclusioni: proctite in corso di definizione istologica.
Aspettando l esame istologico la mia domanda è la seguente: perché effettuare la biopsia se già si evince proctite? Potrebbe esserci un sospetto di neoplasia?
l esame macroscopico potrebbe ribaltare l'esito istologico e quindi trattarsi di presenze di cellule tumorali?
Grazie anticipatamente per la risposta
Cordialmente
Emanuela.

Risposta del 17 gennaio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


No, il quadro endoscopico depone per una infiammazione. L ' endoscopista non ha avuto il minimo sospetto che potesse trattarsi di altro. E' obbligatorio eseguire le biopsie, per vedere di quale tipo di infiammazione si tratti e l' entità della stessa.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube