Proctite attinica ex radiazioni

26 giugno 2014

Proctite attinica ex radiazioni




23 giugno 2014

Proctite attinica ex radiazioni

Buon giorno.
Nel dicembre 2010 sono stato operato di prostatectomia per tumore grado Gleason Score 9 su 10. Nel novembre 2011 sono stato sottoposto a terapia radiante, che per i primi 8/9 mesi non ha dato nessun problema, poi, nel mese di ottobre 2012 ho avuto le prime perdite rettali di sangue. Effettuato 2 colonscopie distanziate, che hanno evidenziato una forte proctite attinica ex radiazioni nella parte terminale del colon discendente + emorroidi congeste + una diverticolosi del colon discendente e del sigma NON IRRITATA. Nel Febbraio 2013 ho inizato trattamenti Laser in sede rettale con ND-IAG laser. Dal Marzo 2013 ad oggi ho fatto 12 trattamenti laser, il medico dice che sto meglio, ma non noto nessun miglioramento. Continuo ad avere perdite irregolari composte sempre da coaguli di colore rosso bruno + sangue rosso vivo, che variano sempre in quantità e consistenza. FREQUENZA DELLE PERDITE: inizialmente un giorno sì ed uno no, poi, perdurando la cura, ogni 2/3 giorni, mai per un periodo più lungo. CURA INIZIALE: 4 supposte di ASACOL 500 suddivise al giorno + 2 supposte di TOPSTER mattino e sera + 2 compresse di ASACOL 800 al giorno. Ora la terapia è LA SEGUENTE: 2 supposte di ASACOL die - mezzogiorno e sera – 1 supposta di TOPSTER mattino - 2 compresse di ASACOL 800 al dì lontano dai pasti. Continua il trattamento Laser ogni 30 giorni.
Questo disturbo mi ha abbassato l’emoglobina che nel 2013 è scesa a 5, poi, continuando a fare trasfusioni settimanali dal febbraio 2013, ora è salita a 8 max 9
Debbo usare sempre il PANNOLONE per queste perdite impreviste. NON SO PIU’ COSA FARE Sono stanco di convivere con questo disturbo, durerà per sempre?. Mi potete aiutare?
Secondo il vostro parere, va bene la cura attuale o è meglio usare i clismi, la schiuma rettale o altra terapia da voi consigliata? Un grazie anticipato
23/6/2014


Risposta del 26 giugno 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La terapia è corretta, non va modificata. I disturbi non dureranno per sempre, ma purtroppo, spesso la colite attinica richiede molto tempo per guarire.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube