Prolasso mitralico, soffio al cuore e ansia

11 marzo 2014

Prolasso mitralico, soffio al cuore e ansia





04 marzo 2014

Prolasso mitralico, soffio al cuore e ansia

Salve sono un ragazzo di 29 anni, vi riassumo in breve la mia storia; a 18 anni mi sono precurato un prolasso mitralico e il soffio al cuore. .
Era il mese di luglio, stavo sotto il sole anche nelle ore più calde, sudavo tanto e bevevo acqua poco o niente, ero sempre nervoso. .
Fatto stà col prolasso ho avuto altri sintomi con l'andare del tempo, tra battiti anomali, dolori alla parte sinistra del petto, o come se avessi dei piccoli taglietti mentre degludivo. .
Alla fine il dottore che ha fatto l'ecocard. . mi rassicura che nn è nulla e un in bocca al lupo. .
Purtroppo sono andato a prendere l'Ansia. . E un dott senza dirmi cosa sia l'Ansia ecc mi prescrive la paroxetina, altri antidepressivi e il visken xk a volte il cuore si sdoppiava. .
Dopo 7 anni ho lasciato la paroxetina e mi ha procurato tante alterazioni, perfino un valore alto della tiroide. .
Ho fatto un ecocardiogramma poche settimane fà e il risultato era buono. .
Anche se è capitata una sera dopo aver fatto un pò di attività fisica che ho accusato un dolore fortee breve nella zona sinistra del petto. .
Ma gli ho dato poco conto visto che poi l'Ansia potrebbe riprendere il suo dominio. .
Oggi mentre ero rilassato, stavo facendo una passeggiata, ho avvertito un senso di mancamento e subito dopo un battito forte, come se il cuore avesse saltato un battito e per recuperare avesse fatto quel battito forte e gli altri dopo normali. .

Il Visken e da anni che non lo prendo in quanto cerco di resistere a queste anomalie considerando che cardiologhi non mi dicono di prendere niente e se insisto mi mandano dallo psicologo. .

E una situazione un pò difficile. . Avere a che fare con questi farmaci antidepressivi se vado da un dottore a volte sembra che mi compatisca come si fà x gli anziani anzichè sentire o darmi fiducia a quello che dico. .

Un altra cosa; non riesco a dormire disteso sul lato sinistro, ci provo ma sento come se il cuore non è libero x svolgere meglio il suo lavoro. .

Dite che è tutto per l'Ansia, grazie a t

Risposta del 11 marzo 2014

Risposta a cura di:
Dott. FRANCESCO CARIELLO


Il racconto è molto dettagliato, tutto sembra cominciare con una diagnosi di prolasso mitralico che dalla sua storia sembra funzionale, cioè non dovuto ad un danno anatomico della valvola mitrale che è tutt'altra cosa soprattutto per il fatto che ad un esame successivo Lei dice che il risultato dell'eco era buono (assenza di prolasso? ). Se il prolasso non è anatomico ovvero con danno della valvola il suo cuore è perfettamente sano. In considerazione di alcune situazione, quali ad esempio la disidratazione dopo sforzo fisico intenso, la mitrale può assumere questo atteggiamento di prolasso che non è assolutamente preoccupante. Per quanto riguarda le palpitazioni, non credo che dipendano da prolasso. E'necessaria un'attenta valutazione del caso per valutare se è necessario un trattamento con i farmaci. Lei parla di disfunzione alla tiroide. Non potrebbe essere la responsabile del disturbo? In ogni caso i farmaci betabloccanti, gli ansiolitici o gli antidepressivi possono essere utilizzati, anche con successo, solo dopo un'attenta valutazione del caso.


Dott. Francesco Cariello
Casa di cura convenzionata
Specialista in Cardiologia
Specialista in Medicina dello sport
Specialista in Medicina interna
Belvedere Marittimo (CS)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli