Prostata

22 marzo 2012

Prostata




06 marzo 2012

Prostata

Buongiorno desidererei avere cortesemente qualche chiarimento. Mio marito di 51 anni si è sottoposto a ecografia prostratica con biopsia dopo aver effettuato gli esami del sangue (PSA tot. 3, 95 e rapporto PSA libero/totale 12). Il referto ecografico parla della presenza di un adenoma di 12 mm. e ora attendiamo con ansia l'esito della biopsia. In questo periodo, ma soprattutto dopo l'esame ecografico, lui avverte spesso dolori alla schiena nella zona lombare oltre a qualche fastidio al basso ventre. Dovrà subire un intervento per asportare l'adenoma in qualsiasi caso?

Lui desidera avere rapporti ma io ho un po' timore per lui e comunque, eventualmente, sarebbe consigliabile avere rapporti protetti?

Grazie. Cordiali saluti

Cristina



Risposta del 22 marzo 2012

Risposta a cura di:
Dott. MANUEL ARMANDO VALENTINI


Gentile Signora,

è fondamentale sapere la risposta della biopsia prostatica per impostare una eventuale terapia.

Se l'esito è negativo (cioè non è presente neoplasia) bisognerà indagare su eventuali disturbi urinari di suo marito per valutare la necessità o meno di una terapia farmacologica o di un intervento chirurgico (per asportare l'adenoma).

E' possibile avere rapporti sessuali non protetti purchè non esista il rischio di infezioni uogenitali (in questo caso va prescritta una terapia antibiotica).

Buona giornata.

Dott. MANUEL ARMANDO VALENTINI
Specialista attività privata
Medicina Territoriale
Specialista in Urologia

Ultime risposte di Salute maschile

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa