Protusioni discali ed ozono terapia

16 ottobre 2005

Protusioni discali ed ozono terapia




13 ottobre 2005

Protusioni discali ed ozono terapia

salve, vi scrivo per la mia ragazza, di 26anni, che ha un problema alla schiena/collo ormai da tempo: 4 anni fa ha subito un trauma al collo a causa di un incidente stradale, un tamponamento. dopo dievrsi mesi a cominciato a soffrire di quella che credeva una sindroma del tunnen carpale comune, in realtà facendo un esame dopo mie insistenze e due anni dopo, perchè si curasse, un esame con risonanza hanno visto che ha delle protusioni discali al collo e colonna del collo radrizzata (rettifilizazione? ), non consoco il termine tecnico. insomma il medico neurologo le ha quindi prescritto unaltra tac con contrasto e elettromiografia. lei continua ad alternare perdiodi di benessere con periodi di infiamamzione con dolori al collo e schiena e in generale le capita anche di avere una presa della mano con poca forza della mano e indolenzimento formicolio a aun braccio. . io sono convito che tutti questi dolori siano imputabili a questo trauma e alle protusioni/ernie al collo. . lei però ha paura degli esami miografici e inoltre le hanno consiglato la oznono terapia, terapia costosa e dolorosa che comporta anche di dover assentarsi spesso da lavoro con convalescenze lunghe. Insomma la mia domanda è: qualè la prodecura corretta: quali sono gli esami definitivi che dovrebbe fare e quali le cure? è una malattia degenerativa? se aspetta a curarsi peggiorerà? esitono terapie mutuabili e che chiunque può pemettersi o una persona malata deve pagarsi massoterapie e ozonoterapie ecc. a colpi di 200 euro alla volta se non di più? grazie. franco

Risposta del 16 ottobre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Egr. Signor Franco,
è verosimile che i disturbi accusati dalla Sua ragazza possano essere messi in relazione sia con il pregresso trauma che con l'attuale riscontro di protrusioni discali in sede cervicale.
Bisognerebbe sia vedere le immagini che visitare la Sua ragazza.
L'ozono terapia per le discopatie ha delle precise indicazioni e, se praticata con rigore, cioè in regime di ricovero, in sala operatoria e all'interno del disco, può dare qualche risultato soddisfacente: altre applicazioni dell'ozono terapia per questa patologia non hanno efficacia terapeutica.
Prima di eventualmente valutare la possibilità di un intervento chirurgico di tipo tradizionale ma con tecnica microchirurgica, possono essere utili, sempre che l'indicazione sia stata accertata, interventi di nucleoplastica o di coblazione (metodica con radiofrequenza).
Tutti questi interventi, seri, possono essere fatti negli Ospedali che utilizzano queste metodiche con il SSN.
Se gli esami effettuati non sono recenti, Le consiglio di ripetere una RMN cervicale e una TC cervicale mirata allo spazio patologico e clinicamente responsabile della patologia.
Poi si rivolga a un neurochirugo o a un ortopedico che si occupa di chirurgia vertebrale e ascolti il suo parere.
Se lo ritiene, ci tenga informati
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube