Pseudomonas aeruginosa

04 dicembre 2019

Pseudomonas aeruginosa




27 novembre 2019

Pseudomonas aeruginosa

Scrivo per mio padre che è un signore di ottantadue anni. Premetto che lui è una persona allettata, cateterizzata, con problemi neurologici. Da circa sei mesi ha contratto lo pseudomonas aeruginosa alle vie urinarie. Ad oggi, il batterio è diventato resistente a tutti gli antibiotici. Dunque mi chiedo come riuscire, da ora in poi, a diminuire la carica batterica e come proteggerci, noi familiari, da questi super batteri? Grazie.

Risposta del 04 dicembre 2019

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Gentile lettore,

se la situazione è asintomatica, cioè senza sintomi, in questi casi si cessa la terapia antibiotica; la protezione da questo microrganismo passa dalle usuali misure igieniche che in questi casi sempre si devono tenere.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.


Dott. Giovanni Beretta
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Specialista in Andrologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Malattie infettive

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube