Punto di sutura non riassorbibile

05 febbraio 2015

Punto di sutura non riassorbibile




30 gennaio 2015

Punto di sutura non riassorbibile

Gentile Dottore,
qualche mese fa ho subito una escissione allargata in seguito a un melanoma cutaneo alla coscia nella parte posteriore. Ho dovuto togliere i punti in due momenti diversi a causa dei miei problemi di coagulazione e fase di recupero della ferita. La zona in cui i punti erano stati rimossi troppo presto è guarita più lentamente e dopo un mese avevo ancora notevoli fastidi, tip punture, finché non mi sono sentita pungere e dopo che è caduta l'ultima crosta è spuntato un filo nero e doppio dalla ferita ho provato a tirarlo ma i dolori erano troppo forti. Ne ho parlato con i medici che hanno detto che potevo scegliere se rifarmi operare per rimuovere il punto o no fare nulla visto che non dovrebbero esserci grossi problemi. A distanza di due mesi ogni tanto avverto come fitte e prurito. E' dunque il caso di rimuoverlo o semplicemente è un fastidio provocato dalla posizione infelice della cicatrice e dunque dovuto alla pressione e allo strofinio contro i tessuti mentre guido o sto semplicemente seduta? Cosa mi consiglia di fare? da premettere che sono allergica al nichel e durante i due interventi ho sviluppato reazioni allergiche anche alla colla dei cerotti delle bende con gonfiori e pustole lungo il perimetro del cerotto.

Risposta del 05 febbraio 2015

Risposta a cura di:
Dott.ssa ANTONELLA MONTAGNESE


se il filo che è rimasto è un filo non riassorbibile è preferibile rimuoverlo perché potrebbe creare un granuloma da corpo estraneo. . .

Dott. Ssa Antonella Montagnese
Casa di cura convenzionata
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
Roma (RM)

Ultime risposte di Chirurgia estetica




Vedi anche:
Ultimi articoli
Ustioni
29 agosto 2017
Patologie mediche
Ustioni
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube