Ragade anale

18 luglio 2008

Ragade anale




15 luglio 2008

Ragade anale

da una visita proctologica mi e' stata diagnosticata una ragade anale. Al dire il vero penso che ce' l'ho da moltissimi anni e ho pure delle piccole emorroidi, solo che ogni tanto nell'arco dell'anno dopo l'evacuazione sentivo dei dolori e bruciori con leggere perdite di sangue. Da 3 mesi a questa parte e diventato un inferno perche' ogni volta che vado al bagno subito dopo e per 2 gg. di seguito mi vengono dei dolori atroci associati a pulsazioni che mi impediscono anche di camminare, ho usato tutte le creme (antinfiammatori) e pomate possibili: antrolin, ultraproct-luan-preparazione h-ruscoroid-compresse di Daflon 500- Arvenum500- venosmine-lavaggi continui- oli vari (vea-oil ecc:) ma non ho risolto nulla. Il medico che mi ha fatto la colonoscopia mi ha detto che non sono da operare, ma da curare con pomata specifica(Antrolin), ma io egregio Dottore non ce' la faccio piu' sono stremato. Ho letto su internet che ci sono divergenze tra specialisti, ce' chi dice che si possono operare e ce' chi lo sconsiglia. Vorrei per piacere un suo consiglio come devo fare, se adottare un'altra eventuale cura. . Grazie di tutto.

Risposta del 18 luglio 2008

Risposta a cura di:
Dott. ANDREA FAVARA


Non direi che ci sono differenze significative tra gli specialsiti riguardo alla terapia della ragade che, in sintesi ed in linea di massima, e' opportuno trattare in prima istanza con terapia non chirurgica (dilatatori, creme), In caso di persistenza o recidiva sintomatica la sfinterotomia e' curativa. Auguri!

Dott. Andrea Favara
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia apparato digerente
Specialista in Chirurgia generale
CANTU' (CO)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube