Rapporto di coppia (2)

16 gennaio 2006

Rapporto di coppia (2)




13 gennaio 2006

Rapporto di coppia (2)

Gen. Le dott. Ssa Balbo, ad una lettrice che le rivolgeva un quesito in data 14/12/2005 circa il difficile rapporto con il proprio compagno, Lei, con risposta in data 22/12/2005, diceva tral'altro, che la sessualità in un rapporto di coppia é la cosa più importante! Presupponendo che io abbia interpretato correttamente le Sue parole, ma é proprio così? Al di là dei pregiudizi religiosi e non, o delle credenze culturali vere o false che siano, ma é proprio così? Una coppia si basa esclusivamente sulla sessualità?

Risposta del 16 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Lei solleva un problema molto importante: cosa è che rende una coppia tale di nome e di fatto?
Ogni coppia è libera di decidere in che modo vivere la propria vita e non escludo che ci possano essere coppie che ad un certo momento decidono, per varie ragioni, di rinunciare all'attività sessuale pur continuando a condurre una vita felice e solidale.
Questi però sono casi estremi perchè, soprattutto nella sua fase iniziale, la coppia d'amore ha proprio come sua peculiarità il fatto di usare la sessualità per tradurre in una maniera più completa lo spirito di tenerezza, solidarietà e progettualità che le è propria.
Se all'interno di una coppia viene a mancare unilateralmente la componenete sessuale, questo è sempre motivo di sofferenza ed indice di una cattiva comunicazione nella coppia.
Infatti stiamo parlando di coppie che si formano proprio sulla base di una dichiarazione di intenti anche sul versante della sessualità.
Quando si celebra un matrimonio, civile o religioso, siamo tutti consapevoli che si sta formando una coppia sessuale. Viceversa la coppia si chiama in altro modo: ci possono essere profondissimi legami di amicizia, ma la coppia di cui stiamo parlando è la coppia che ricerc anche la sessualità e che vuole organizzarla con coerenza in un progetto di vita comune.
Suppongo che anche lei abbia amici intimi e non per questo li vuole sposare.
Ma, soprattutto, il problema è la comunanza di aspettative: se in una coppia ci si accorda per la sopsensione dell'attività sessuale, quaeta è una scelta più che rispettabile.
Ma se uno dei psrtner che impone all'altro una astinenza non gradita, allora il discorso cambia.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa