Referto tac

11 gennaio 2016

Referto tac




07 gennaio 2016

Referto tac

Salve vi allego una tac fatta con doppio contrasto per dolori addominali forti:
Fegato aumentato di volume con lobo sinistro esteso sino in ipocondrio sinistro, in sede sottodiaframmatica e perisplenica;a tale livello si rivela disomogeneità ecostrurrale del parenchima epatico per presenza di sfumate aree ipoecogene aprezzabili in fase portale di significato aspecifico:potrebbe trattarsi di aree di alterazione perfusione.
Altra sfumatura area ipoecogena da verosimile alterata perfusione si rivela al IV segmento.
In corrispondenza del VII segmento epatico in sede sottoglissoniana ad a livello del VI segmento presenza si aerole ipodense di significato aspecifico.
Calcolosi della colecisti.
Nella norma milza, pancreas, surreni e reni che hanno eiminato in tempi normali mdc,
Non ectasia delle vie escretrici.
Reperto in doppia vena renale sinistra di cui una a decorso retroaortico.
Vescica nella norma.
Evidenza di qualche diverticolo a livello del sigma.

Mi hanno fatto questa tac perchè da tempo accuso dolori al quadrante sinistro sotto le costole e anche a destra.
Ero in cura er la coliciste con ursobil per sabbia, ma adesso alla tac risultano calcoli e vogliono togliermela.
Volevo sapere in merito al fegato cosa significa quello che hanno refertato perchè nessuno sembra ci abbia dato peso.
I dolori al costato sinistro e destro e il senso di oppressione nel respirare possono essere giustificati da questo referto?
grazie in anticipo

Risposta del 11 gennaio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Il dolore a destra, soprattutto se è o è stato forte, potrebbe essere dovuto alla presenza di sabbia o di calcolini nella cistifellea. Il fegato è piuttosto ingrandito e il tessuto non è omogeneo. Non si deve spaventare, perché le alterazioni descritte sono state definite " aspecifiche ", quindi non pericolose. E'per questo motivo che non è stata data molta importanza a quanto rilevato dalla TAC. Tuttavia, il fegato non è normalissimo, quindi è opportuno approfondire gli accertamenti con gli esami del sangue e con una ecografia.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Fegato


Vedi anche:


Ultimi articoli
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
07 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Giovani e abuso di alcol: a risentirne è il fegato
Tumore del fegato
03 ottobre 2019
Patologie mediche
Tumore del fegato
Cirrosi: attenzione all’abuso di alcol
23 agosto 2019
Patologie mediche
Cirrosi: attenzione all’abuso di alcol
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube